Recensione “Almost dead” Vol. 3 di Paolo Zeccardo

Dopo essere diventato un Almost Dead, un “quasi morto” con abilità paranormali capace di cacciare i demoni, l’adolescente Dean Overbridge si ritrova con metà volto a forma di teschio. Nella speranza di tornare normale decide di dare la caccia ai due demoni che l’hanno maledetto, ma nel farlo viene rintracciato da Hell Grinta, spietato criminale demoniaco che ha bisogno del ragazzo per i suoi loschi scopi. Cosa ne sarà di Dean, Mya e Gregory?

Titolo: Almost dead Vol. 3
Autore: Paolo Zeccardo
Editore:  Upper Comics 
Genere: Fumetto
Data di pubblicazione: 14 Novembre 2019
Voto: 4/5
Compra su Amazon

Recensione

Si sa, purtroppo il mondo fumettistico attuale italiano è un po’ poco calcolato. Perlopiù ci si sofferma sui libri, sprofondando nella lettura e tenendosi aggiornati sulle nuove uscite. Questo è un peccato perché il fumetto e il suo universo, raramente esplorato dai più, presenta tante opere interessanti e curiose dalla trama appassionante, accompagnate anche da disegni meravigliosi più o meno dettagliati e accurati, cartooneschi o dal tratto classico. Eccomi quindi a recensire con piacere l’ultimo volume (ahimé) di Almost Dead. Vediamo, cerchiamo di riprendere le fila del discorso e rammentare dove avevamo lasciato Dean e i suoi amici, abili cacciatori di demoni. I nostri eroi si erano ritrovati ad affrontare Hell Grinta, uno sceriffo zombie che ha tutte le intenzioni di fare la pelle al povero protagonista. Ma perché ce l’ha così tanto con lui? Ecco finalmente che l’arcano è svelato… ehi, pensavate davvero che ve l’avrei detto? Eh no, non mi permetterei mai. Vi priverei del piacere di leggere le peripezie della squadra anti demoni che in questo ultimo volume breve, veloce ma incisivo, si barcamena in un turbinio di colpi di scena e situazioni mozzafiato.
Vi anticipo che rifarà la sua comparsa il vecchio zio Milton, che comparirà a braccetto con la verità sulla faccenda di Hell Grinta, del perché ce l’abbia così tanto con Dean.

Sfogliando le pagine saranno numerosi i tuffi al cuore, preparatevi! Dando un’occhiata ai disegni, ho ritrovato quello stile semplice ma efficace che mi aveva lasciato stupita nei primi numeri. Il tratto è molto nitido e i profili dei personaggi spiccano sul bianco candido in tutta la loro familiarità. Mi è piaciuta molto la caratterizzazione del demone finale, di cui non dirò di più se non ché è veramente ben fatto.

Dunque, tirando le somme, un po’ mi dispiace dover abbandonare le vicende degli Almost Dead ma devo dire che la loro storia si è veramente conclusa col botto! Forse un po’ troppo velocemente per i miei gusti; avrei preferito che alcune cose (non posso parlare di piu) venissero spiegate e che noi lettori potessimo chiarire alcuni dubbi. Nel complesso sono molto contenta di aver letto questo saga e di averne ammirato i disegni. Dean e combriccola avranno sempre un posto nel mio cuore!

Voto: 4/5


Compra su Amazon ->

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.