Recensione “Almost Dead” Vol.1 di Paolo Zeccardo

Titolo: Almost Dead

Serie: Almost Dead Vol. 1

Autore e Illustratore: Paolo Zeccardi

Editore: Upper Comics

Data pubblicazione: 1 Gennaio 2016

Voto:4/5

Link Amazon -> 7,78€


Recensione

“Questo fumetto mi ha stupito, ha centrato il bersaglio in pieno, attirando la mia curiosità fin dalle prime pagine del volume. La storia di Dean all’inizio sembra un normale racconto con un tocco di sovrannaturale che fa capolino da dietro l’angolo, un potenziale racchiuso nel misterioso e inquietante zio da cui dovrà passare alcuni giorni mentre il padre (Santo Cielo il padre è qualcosa di bellissimo), scrittore di romanzi rosa di successo, starà via per un po’ di tempo. Una volta arrivato alla sinistra villa dalle lugubri fattezze che rispecchiano in pieno l’uomo magro dal volto scarno e dai baffetti comici che la abita, il giovane precipita in un vortice di bizzarre vicissitudini che lo porteranno, una notte come le altre, davanti allo “studio” di suo zio ove l’alchimista traffica con oggetti non meglio identificati e sperimenta chissà cosa; in seguito ad un battibecco nato spontaneamente fra i due che vede l’uomo esagitato e intimorito dal fatto che il nipote possa scoprire cosa tiene nascosto in quel laboratorio segreto, Dean ruzzola giù per una bella rampozza di scale battendo una craniata colossale che praticamente gli polverizza parte della faccia. Figuratevi lo zio che, trafelato e allarmato per l’incidente fatale, accorre come un fulmine dal corpo esanime del ragazzo e lo solleva sconsolato, poi però… Idea! Visto che probabilmente dietro l’uscio della sua stanza stava ricomponendo pezzi di cadaveri trafugati in un cimitero o praticando magia nera che più nera non ce n’è, perchè non continuare le sue strambe analisi sul povero nipote che ha accidentalmente fatto fuori? A parte gli scherzi, l’alchimista si rinchiude nello studio con la salma e con un bibidi bobidi bù ben azzeccato ecco qua un Dean nuovo di zecca! Peccato che per poterlo riportare in vita lo zio ha dovuto sostituire la parte ciombata della testa del nipote con un teschio spolpato e ben lucidato! Il fanciullo tornato dall’oltretomba è disperato in quanto non può mica girare per la strada con quella specie di grottesca maschera del fantasma dell’opera fischiettando fra la gente! Viene però rassicurato, i tessuti, muscoli, pelle e compagnia bella ricresceranno sul suo bel visino, dandogli una parvenza di normalità. Tutto alla grande se non fosse che, di notte, il teschio torna a sogghignare su un lato del suo volto, per poi sparire magicamente la mattina dopo. I colpevoli del misfatto che ha privato Dean della sua quotidianità sono due demoni che chiedono il suo aiuto per poter tornare negli inferi e il giovane acconsente in quanto di buon cuore e pronto ad aiutare il prossimo… ma si sa, i demoni sono ingannatori numero uno e lo hanno buggerato senza remore, pronti a combinare bei guai in giro. Ed ecco che compaiono degli eccezionali quanto inusuali compagni di sventure; due membri della Almost Dead, di cui ora fa parte anche Dean, che si occupano di tenere a bada spiriti e demoni evitando catastrofi di dimensioni abnormi. Mya è una bella ragazza con il fetish per le ossa in fatto di abbigliamento, il suo partner per la missione è il tipico aitante e coraggioso cavaliere; i due non vanno proprio d’accordissimo e tra una risposta a tono e l’altra il povero Dean cerca di capire cosa sta succedendo, rivelandosi nel finale come possessore di un immenso potere…

Il volume inizia in modo classico per evolversi poi in qualcosa di fuori dagli schemi, fantasioso e con un pizzico di ironia; il disegno è molto semplice e le vignette hanno ampi spazi luminosi dove risaltano ben nitide le figure, dove i personaggi dai tratti cartooneschi mostrano una dinamicità equilibrata e soddisfacente. Ho apprezzato moltissimo questa storia e il modo fresco con cui è stata rappresentata e sono curiosa di saperne di più riguardo l’Almost Dead e i nuovi protagonisti entrati in scena… per non parlare del fantomatico colossale potere del giovane mezzo scheletro!

Voto: 4/5

Annunci

3 pensieri su “Recensione “Almost Dead” Vol.1 di Paolo Zeccardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.