Intervista a Debora Mayfair, autrice di Cuore di Neve!

1) Nel tuo romanzo “Cuore di Neve” ci ritroviamo immersi in un mondo che gronda mitologia da ogni angolo! Ne sei molto appassionata?

Sono appassionata di miti e leggende provenienti da ogni cultura: mi incuriosiscono particolarmente i miti nordici, ma sono attratta anche da quelli asiatici, egizi e da quelli tramandati dalle popolazioni degli indiani d’america.

2) Bianca è una ragazza instabile emotivamente, causa gli innumerevoli eventi che le sconvolgono quotidianamente la vita; nonostante tutto, mi sembra che sia alla ricerca di un suo equilibrio interiore, cosa che si nota dall’alimentazione alle pratiche con cui si rilassa, come lo yoga. Se Bjorn non fosse irruentemente tornato elemento costante delle sue giornate, questo stile di vita la avrebbe veramente aiutata a raggiungere la tranquillità tanto ricercata?

Purtroppo non credo che l’avrebbe aiutata… credo che l’equilibrio nasca da dentro, non puoi tentare di crearlo dal caos cercando di controllare degli elementi esterni quali cibo o forma fisica. Matthew stesso lo dimostra con la sua storia: per quanto abbia cercato di tenere tutto sotto controllo, di imbrigliare la vita, ogni conquista estorta gli è sfuggita tra le dita.

3) Ho adorato il personaggio di Bjorn, che ho trovato simpatico e amabile nonostante all’inizio invada gli spazi di Bianca con la delicatezza di un tornado. Per scrivere di lui, ti sei ispirata a qualcuno in particolare?

Ogni personaggio rappresenta una parte di me… possiamo dire che quell’uomo rappresenta la mia parte testarda ed estremamente ottimista, malgrado la situazione sembri virare su un finale disastroso?

Ora che mi ci fai pensare, però, ho usato alcuni botta e risposta tratti dalla mia personale vita di coppia, quindi potrebbe esserci molto di lui anche nel mio compagno.

4) Passiamo a Matthew. Mi è parso una figura fondamentale nella vita di Bianca, con la sua costante presenza e la sua protezione attenta. Il suo essere “Cacciatore” mi ha incuriosito molto… Potresti parlarci di più di questa professione?

Nella realtà del romanzo esistono alcune entità speciali, che convivono con gli uomini anche se la loro esistenza è segreta.

Re e Regine sono entità in grado di controllare un determinato aspetto della vita, ad esempio nel romanzo compaiono un Re della Persuasione (in grado di convincere una persona qualsiasi della veridicità di quello che sta dicendo) e una Regina della Verità (in grado di obbligare chi le sta parlando insieme a dire il vero).

Esistono anche streghe o veggenti, ma Re e Regine hanno poteri decisamente più invadenti, o pericolosi, tanto da dover essere “protetti” a distanza da altre figure: i Cacciatori.

Anche questi personaggi lo diventano per diritto di nascita, non scelgono di esserlo: hanno una predisposizione innata alla lotta e i genitori insegnano loro sia le arti marziali che l’importanza di proteggere la vita di Re e Regine, a discapito della propria.

5) Frequenti sono fra le pagine del tuo libro i sogni di Bianca, nei quali appare una gattina candida dalle iridi discromiche. Questa creaturina batuffolosa mi è parsa fondamentale nella vita della ragazza; si potrebbe interpretare come una sorta di “consigliera” della giovane?

La gatta è Diana: si tratta della nonna di Bianca, la quale non ricorda ancora perché le appare in questa forma solo nello spazio tra veglia e sonno.

A volte questa gatta pare essere abbastanza confusa, in realtà sa molte cose, anche se molte non può ancora rivelarle. Rappresenta anche tutta la saggezza data dalla sua età e ha molto a cuore il futuro della nipote. Tuttavia la conosce, e sa benissimo che non può semplicemente dirle “Non fare quello” o “Fai questo” perché, oltre a non ritenerla credibile, non la ascolterebbe. In fondo Bianca all’inizio non la considera altro che la strana gattina che sogna ogni tanto!

6) Personalmente, quando hai iniziato a sviluppare passione per la scrittura?

Prima della passione della scrittura ho sviluppato un amore viscerale per la lettura. Amo leggere tutti i generi, a momenti alterni… ho appena controllato Goodreads, il quale mi avvisa che dall’inizio dell’anno ho letto 24 libri. Avrei potuto fare di più, lo so, ma tra la promozione del romanzo, la stesura del volume conclusivo delle cronache e la messa in cantiere di un rosa… mi sono accorta che oltre al lavoro non mi rimane poi molto tempo libero XD

Tornando alla scrittura… un paio di anni fa, un amico mi ha fatto leggere il suo romanzo e ho avuto una sorta di illuminazione. Mi sono chiesta “Perché no? In fondo ho molte cose da dire” e da quel momento ho iniziato a scrivere, da zero. Ho ricominciato a studiare la grammatica e mi sono rimboccata le maniche.

Ne sono felicissima, non credevo che avrei potuto provare un tale senso di soddisfazione sapendo di emozionare o incuriosire i lettori. È come se si instaurasse un legame particolare tra me e il lettore che, leggendomi, mi scompone e mi ricompone a sua immagine.

Nessuna recensione ricevuta è simile alle altre: ogni lettore viene colpito da un aspetto diverso e trae le proprie conclusioni, date dal suo vissuto, sia sulla storia che sui personaggi stessi… la trovo una cosa meravigliosa!

7) Domanda bonus: quale è il tuo scrittore preferito?

Posso menzionarne due? Gaiman ed Eugenides ❤

Ringrazio immensamente la nostra cara Deborah e spero che l’intervista sia di vostro gradimento amici lettori! A prestissimo🌸

Annunci

6 pensieri su “Intervista a Debora Mayfair, autrice di Cuore di Neve!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.