Recensione “La principessa delle anime” di Alexandra Christo

Per sedici anni, Selestra è rimasta intrappolata nella torre sulla Montagna Fluttuante preparandosi a prendere il posto della madre come strega del re, e manifestare i poteri per predire la morte dei richiedenti alla Festa delle Predizioni. Come soldato dell’esercito reale, Nox è un candidato improbabile per la Festa, ma spinto dalla vendetta è determinato a rubare l’immortalità al re e a uccidere le sue streghe, partendo proprio da Selestra. Tuttavia, quando lei gli tocca la mano per la sua prima predizione, i loro destini si intrecciano e la morte marchia le anime di entrambi. Solo unendo le forze riusciranno a vivere abbastanza a lungo da liberare il regno dalle grinfie di re Seryth e sfuggire a un oscuro destino. Dall’autrice di “La regina delle sirene”, arriva “La principessa delle anime”, la storia di una strega adolescente addestrata a rubare anime per un re immortale e di un ragazzo ribelle e temerario a cui il suo destino è intrecciato.

Annunci

Titolo: La principessa delle Anime
Autore: Alexandra Christo
Editore: Fanucci
Genere: Fantasy
Data pubblicazione: 20 Gennaio 2023
Voto: 5/5

Classificazione: 5 su 5.

Cartaceo -> 16,90€ | Ebook -> 9,99€

Annunci

Recensione

Ben tornati a tutti lettori, oggi torno a scrivere per parlarvi di un fantasy young adult appena pubblicato dalla casa editore Fanucci “La principessa delle Anime” di Alexandra Christo. Come ben saprà chi mi segue da lunga data, il mio primo amore sono stati i Fantasy, per cui nonostante l’età che avanza spesso torno alla mia confort zone. In questo caso il libro ci viene presentato come una specie di retelling di Rapunzel, con la principessa dai lunghi capelli rinchiusa in una torre a vita. Sicuramente sono caratteristiche del libro in questione, ma una volta letto, posso dire che tutto è tranne che un retelling. Preciso questo non perché sia una caratteristica a suo sfavore, ma anzi, perché a mio parere invece ne rappresenta un punto a favore e incamerarlo come un retelling sarebbe come sminuirne il valore (in questo caso).

La protagonista è Selestra una giovane di 16 anni dai lunghi capelli verdi e dagli occhi da serpente. Non le è mai stato permesso di uscire dalla propria torre, se non sporadicamente e il mondo attorno a lei è molto limitato. Chi le può rivolgere la parola o avere contatto con lei è una piccola cerchia di persona. Agli altri è vietato anche solo rivolgerle la parola, ma anche senza divieto tutti la temono, perché vi starete chiedendo? Perché è una delle due uniche streghe rimaste nelle Sei Isole. La madre è la strega suprema e lei le succederà alla morte, come è stato per la nonna e la bisnonna. Vivono sulla Montagna Fluttuante, ma sono le eredi del regno di Thavna, un’isola dell’arcipelago ad Est della loro attuale dimora. Re Seryth è il signore supremo e un uomo immortale, le Streghe Somniatis invece sono le sue serve tramite un patto di sangue, siglato alla maggiore età di ogni strega.

Annunci

Il protagonista maschile invece è Nox, un giovane soldato dell’esercito reale il cui padre ha addestrato Selestra in segreto per anni prima di morire in un tragico incidente del tutto inspiegabile. I due giovani si incontrano quando il Re obbliga Selestra a guardare ne futuro del giovane durante la Festa annuale della Predizione. Un incontro che cambierà le sorti del Regno come i due lo conoscono. Selestra non trovava il proprio posto in quel mondo e per lei incontrare Nox che invece aveva una missione lasciatagli dal padre, è stato come vedere la luce in fondo al tunnel di una vita buia e opprimente.

La storia è molto originale e se maggiormente sviluppata avrebbe sicuramente potuto portare ad una trilogia. Mi rendo però conto che questo non era l’obiettivo dell’autrice. Un fantasy, semplice, scritto in maniera fluida, con capitoli brevi raccontati in prima persona attraverso gli occhi dei due protagonisti. Un capitolo a testa, per tutta la narrazione, un continuo cambio di prospettiva che arricchisce la lettura di nuove sfaccettature paragrafo dopo paragrafo. Essendo uno young adult, non sono presenti ovviamente scene spicy, le quali sarebbero state del tutto fuori luogo nella narrazione. Molto bella la mappa iniziale, trovo abbia uno stile tutto suo, in cui il simbolismo la fa da padrone.

Annunci

Da amante del genere non posso che consigliarvi il libro che mi ha colpito per la sua semplicità ed originalità. La lettura scorre che è una meraviglia e il libro si legge in veramente pochissimo tempo. I capitoli essendo brevi non annoiano il lettore, ma allo stesso tempo trovo siano saturi al punto giusto di informazioni. Tanto quanto basta da creare un “mondo” ad hoc realistico per la narrazione, per nulla banale e ricco di particolari. Ancora una volta ringrazio Fanucci per il regalo e per aver portato la strega dai lunghi capelli verdi e dagli occhi da serpente anche in Italia.

Voto 5/5

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lyra ha detto:

    Mi sembra molto interessante! Dovrei ancora leggere La regina delle sirene, ma ammetto che questo mi ispira di più! Grazie per la tua recensione!

    Piace a 1 persona

    1. Muaty ha detto:

      Dopo la lettura di questo vorrei giusto recuperare “La regina delle sirene”

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.