Recensione “Winter Snow” di Connie Furnari

51uDsJ8ptbL

Titolo: Winter Snow

Autore: Connie Furnari

Editore: Indipendente

Genere: Romance

Data pubblicazione: 11 Dicembre 2018

Voto: 4-/5

Ebook -> 1,49€



Sinossi

L’amicizia tra Amabel e Christopher è speciale, e dura fin dal primo anno di liceo. Da quando entrambi, discriminati dai compagni per motivi diversi, hanno deciso di fondare il giornale scolastico della scuola e di lavorare come fotoreporter freelance.
Lei è la determinata e ambiziosa figlia di due pittori hippy, lui un affascinante playboy, membro della ricchissima famiglia Foster, una delle più antiche di Boston.
Il loro legame non cambia dopo il diploma, al Boston State College, così decidono di lavorare assieme anche al giornale dell’università.
L’arrivo di Jerome, un nuovo compagno di corso, confonde Amabel, perché comincia a corteggiarla, ma lui sa bene di non avere speranze, essendo bello quanto superficiale.
Così, Jerome chiede aiuto a Chris, che sembra conoscere così bene quella ragazza.
Fingendosi un ammiratore sconosciuto, Christopher inizia a corteggiare on line Amabel, liberando senza accorgersene quello che ha sempre provato per la sua migliore amica, assieme alla sua parte sensibile, che ha sempre tenuto nascosta dietro la corazza da solitario ribelle.
Fino a farla innamorare del ragazzo che forse, lei ha sempre sognato di incontrare, ignorando di averlo avuto accanto per anni.

Recensione

Eccoci qua con il recente “Winter Snow”, romanzo young adult dalle tinte rosa, che esplora lo stretto rapporto d’amicizia fra due studenti universitari, infrangendo le speranze di chi ancora inneggia alla tanto sospirata amicizia fra uomo e donna (in cui io credo, visto che per la maggior parte i miei amici sono maschi). Amabel vive in una famiglia a dir poco particolare, in una casa dove non puoi attraversare una stanza senza romperti l’osso del collo inciampando su una pila di libri e nel cui salotto i tuoi genitori organizzano festini hippie a base di viaggi spirituali e torte vegetariane (alla marijuana insomma). La giovane adora i suoi amorevoli, seppur strambi, parenti e lo stesso vale per il suo migliore amico Christopher, il tipico belloccio con alle spalle un clima familiare teso e ostile, dove il ricchissimo padre spadroneggia su tutto e tutti e la mamma deve sopportare a testa bassa i suoi innumerevoli tradimenti. Seppur agli antipodi, Amabel e Christopher hanno trascorso tutte le superiori insieme, saldando un’indissolubile amicizia che mmmmh potrebbe sfociare in qualcos’altro. Ma l’argomento non è mai stato toccato dai due che, ora al college, dirigono spalla a spalla il giornale, in cui la ragazza pubblica le bellissime foto che realizza con la sua vecchia macchina fotografica “Francis”. Non ha ancora mai incontrato il vero amore, Amabel, e passa da una relazione sterile all’altra, senza essere molto interessata dal fatto di avere un ragazzo. Christopher invece è un latin lover con i fiocchi, e si gira mezzo campus e oltre, non provando tuttavia tutto questo gran coinvolgimento emotivo. Ce la faranno a capire, questi due capoccioni, che sono fatti l’uno per l’altra?

Ovviamente la trama del libro non possiede una grande originalità, basandosi su un filo narrativo percorso più e più volte nelle storie d’amore; lei e lui amici da sempre, opposti, che provano gelosia nei confronti dei partner altrui ma che non riescono a capacitarsi del perchè ciò accade. Nonostante i cliché abbondino all’interno di questo romanzo, l’autrice ha saputo rispolverare una serie di luoghi comuni triti dando loro una parvenza luccicante, accattivante. Di Amabel ho apprezzato la schiettezza e l’amore nei confronti dei genitori, nonostante le loro stranezze, anche se a volte l’ho trovata un po’ troppo rude nei rapporti con gli uomini. Christopher è il tipico ribelle, con ragazze a fiumi ma il cuore conquistato proprio dalla persona più insospettabile per una persona come lui. L’ho trovato simpatico e il rapporto che ha con la sua migliore amica è stupendo, ma non ho apprezzato di contro il modo in cui tratta le altre fanciulle che prende, si fa e abbandona. Ok che il personaggio di Penelope, una matta allupata con cui si mette, raggiunge i limiti dell’inverosimile e che con lei certe maniere sono del tutto giustificate, ma avrebbe potuto dirle fin da subito che nei suoi confronti l’interesse era praticamente assente. La prende un po’ in giro, ecco, cosa che farà anche Amabel con i vari fidanzatini. Tutto sommato però sono dei protagonisti alla mano, piacevoli e con cui si empatizza per la maggior parte della durata del racconto. Avrei gradito che i personaggi secondari fossero esaltati un po’ di più, in quanto a mio parere avevano ottime possibilità di conquistarsi un posto nel cuore dei lettori; non è detto che in un eventuale seguito non sia a noi lecito sapere di più di William, Emma etc, ma ancora non ci è dato saperlo! Una cosa che ho amato invece è stato il modo di scrivere dell’autrice: coinvolgente, istantaneo, limpido e gradevole; per quasi tutta la lunghezza della storia ho assaporato il fluido scorrere delle parole, incastrate alla perfezione in un linguaggio semplice, pulito e che svolge la sua funzione. Non ci sono chissà quali introspezioni psicologiche, ma di esse non c’è bisogno, il libro è perfetto nella sua immediatezza, anche perchè i due protagonisti sono molto spontanei e dai loro comportamenti possiamo capire ciò che non viene specificato fino in fondo.

Dunque un libro soddisfacente a mio parere, di cui si può benissimo usufruire per passare un’oretta persa nelle vicende che vedono i due ragazzi sviluppare la consapevolezza dei loro sentimenti e (se siete come me) ad inveire contro chiunque si frapponga nel loro amore.

Voto: 4-/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.