Recensione “Aurora nel buio” di Barbara Baraldi

51meswnn5nl-_sx349_bo1204203200_

Titolo: Aurora nel buio

Autore: Aurora Baraldi

Editore: Giunti

Genere: Thriller

Data pubblicazione: 3 Maggio 2017

Voto: 5/5

Cartaceo -> 16,90€ | Ebook -> 4,99€


Sinossi

Aurora Scalviati era la migliore, fino al giorno di quel conflitto a fuoco, quando quel proiettile ha raggiunto la sua testa. Da allora, la più brava profiler della polizia italiana soffre di un disturbo bipolare che cerca di dominare attraverso i farmaci e le sedute clandestine di una terapia da molti considerata barbara: l’elettroshock. Quando per motivi disciplinari Aurora viene trasferita in una tranquilla cittadina dell’Emilia, si trova di fronte a uno scenario diverso da come lo immaginava. Una donna viene uccisa proprio la notte del suo arrivo, il marito è scomparso e l’assassino ha rapito la loro bambina, Aprile, di nove anni. Su una parete della casa, una scritta tracciata col sangue della vittima: “Tu non farai alcun male”. Aurora è certa che si tratti dell’opera di un killer che ha già ucciso in passato e che quella scritta sia un indizio che può condurre alla bimba, una specie di ultimatum. Ma nessuno la ascolta. Presto Aurora capirà di essere costretta ad agire al di fuori delle regole, perché solo fidandosi del proprio intuito potrà dissipare la coltre di nebbia che avvolge ogni cosa. Solo affrontando i demoni della propria mente potrà salvare la piccola Aprile ed evitare nuove morti…

Recensione

Il libro, narrato in prima persona, racconta la storia di Aurora Scalviati, giovane poliziotta che viene trasferita per motivi disciplinari in un piccolo commissariato dell’Emilia e qui si ritrova ad indagare sul delitto di una donna e sulla scomparsa del marito e della figlia.

Il romanzo permette al lettore di immergersi immediatamente nei ritmi del commissariato in cui Aurora opera al fianco dei suoi colleghi, dai quali non è molto amata forse per gelosia, forse per la sua fama che l’ha preceduta visto che un suo collega, nonchè suo partner nella vita, è morto indirettamente a causa sua.

Il lettore scoprirà ben presto come l’ipocrisia la faccia da padrona nel piccolo paese perchè ben presto verrà a galla un collegamento tra il caso dei giorni nostri e quello di circa 20 anni prima ma tutti si dimostrano reticenti a tirare fuori questa storia che coinvolse il piccolo borgo e fece sì che gli abitanti si dovvetero confrontare con la presenza del male in un posto dove si pensava non ce ne fosse.

Il romanzo ha il potere di trascinare nell’indagine colui che legge permettendogli di sentirsi protagonista dell’indagine al fianco di Aurora come una sorta di suo assistente o collega con il quale vuole scoprire e condividere la verità in contrapposizione ai superiori che ostacolano Aurora e le sue intuizioni, che si dimostreranno corrette, solamente perchè ha trascorso un periodo della sua vita presso una casa di cura per malattie mentali ed arrivare a poter dire che nulla è come sembra.

 

Consiglio questo libro perchè è molto scorrevole ed avvincente senza essere mai banale e noioso e permette al lettore di vivere quasi da protagonista l’indagine di Aurora ed incoraggiarla alla ricerca della verità, una verità che può essere anche scomoda ma che va assolutamente cercata per evitare altre morti e sono convinta che ogni lettore possa vedere Aurora come un’amica con la quale possa sentirsi libero di confidare tutte le proprie ansie e paure senza essere giudicato.

Voto : 5/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.