Recensione “Chrono Gear” Vol.1 di Gaetano Scoglio e Giorgio Battisti

Titolo: Chrono Gear

Serie: Chrono Gear Vol. 1

Autore: Gaetano Scoglio

Illustratore: Giorgio Battisti

Editore: Upper Comics

Data pubblicazione: 6 Novembre 2017

Voto:4.5/5

Link Amazon


Sinossi

In una delle tante galassie, di uno dei tanti universi, esiste un pianeta azzurro intriso di misteri. Il pianeta di Aeria, dove il tempo, per ragioni ignote all’umanità, si è fermato congelato da una terribile era glaciale. La storia e la conoscenza sono state inghiottite da una profonda oscurità. Assetato di risposte, l’uomo si tuffa così verso l’era dell’esplorazione e dell’archeologia, per ritrovare il suo antico passato. Evans Layard, giovane aspirante archeologo, sogna di riportare alla luce i segreti nascosti di Aeria, ma i suoi ideali di ricerca e di verità stanno per cambiare… Sepolta dal passato, Evans sta per rinvenire la sua prima, misteriosa scoperta.

Recensione

Venite con me, vi porto a fare un viaggio in un mondo magico. Una terra per anni ghiacciata, i cui abitanti sono stati ibernati a loro volta per molti anni. Al loro risveglio, nemmeno il tempo di sgranchirsi le gambe prima di notare che la loro terra, Aeria, non aveva certo aspettato loro, assopita in un sonno brinato e sterile; nuove civiltà, siti archeologici misteriosi e marchingegni dalle peculiari caratteristiche avevano fatto la loro comparsa dal nulla mentre persone, animali e piante erano dormienti a causa dell’era glaciale. Si sa, il genere umano è contraddistinto da un’inclinazione pericolosa quanto fondamentale per la scoperta e lo sviluppo della sua storia; questa qualità è la curiosità. Proprio a causa di questa, con lo scopo di scovare una qualche spiegazione sull’accaduto, venne istituita l’importante figura dell’Archeologo e moltissimi giovani intrapresero i citati studi, animati chi dalla sete di fama, chi dalla volontà di giungere alla verità. E’ questo il valore a cui Evans più si accosta, quello che ha più a cuore, ricordo del padre scomparso in una delle spedizioni considerate più fallimentari nel mondo dell’archeologia. Il ragazzo dai capelli perennemente acconciati con una bandana sgargiante è uno dei più brillanti studenti della sua scuola, nei confronti della quale nutre però un astio profondo. Al contrario il suo ingenuo e geniale amico Hyril è molto reverente nei riguardi dell’accademia ed è affascinato dalla professoressa Keliaf, insegnante di archeologia esoterica che nasconde palesemente qualcosa di losco. Vi ricordate quando all’inizio ho parlato di aggeggi tecnologici fuori dalla portata dell’uomo? Ecco, il giorno del diploma Evans riceve dalla madre la chiave per accedere allo studio del marito disperso e ritenuto defunto, oggetto tramite il quale si apre per lui una porta sul un nuovo, attraente ed enigmatico mondo; il padre gli ha lasciato dei filmati in cui spiega la sua missione, rivelando dettagli importantissimi legati al suo destino e alla ricerca folle che aveva intrapreso, orbitante intorno ad una reliquia particolare: il ChronoGear. Nonostante nelle riprese il genitore chiedesse al figlio di abbandonare quegli interessi, che lo avevano portato lontano da casa e sconvolto la vita, una volta stretto in mano il marchingegno e affrontati i primi pericoli da esso provocati, Evans prende la sua decisione, accompagnato nella scelta dal fido Hyril, fondamentale braccio destro in quanto esperto di puzzle e indovinelli; andrà a cercare i pezzi mancanti all’interno della sorta di orologio, frammenti in grado di donare al gingillo una potenza inimmaginabile. E così inizia il viaggio dei due ragazzi alla volta del continente, sicuramente ricco di sfide da superare ma che porterà i giovani ha contatto con altre realtà e nuove conoscenze, proprio come la ladra di tele che incrociano sul treno che li sta scortando alla meta.

Questo primo volume esplode per fantasia e creatività, costruendo una trama esaltante e trasudante spirito d’avventura. La storia è avvincente e la prospettiva della ricerca dei costituenti del ChronoGear per il mondo e tutto ciò che ne consegue si prospetta molto interessante e merita un’occhiata da qualunque lettore di fumetti. Questo perchè credo che una buona narrazione avente una così solida base di partenza si svilupperà sicuramente in qualcosa di peculiare e gradevole da seguire, anche per via dei meravigliosi disegni che paiono balzati fuori da un film della Disney, con una leggera rivisitazione orientaleggiante nelle espressioni deformed che assumono a volte i due personaggi principali. A proposito di Evans e Hyril, c’è da dire che non potrebbero essere più diversi l’uno dall’altro! Tipico protagonista di uno shounen il primo, impulsivo e curioso, dalla grande forza d’animo e coraggio portentoso. Ha i suoi ideali e per nulla al mondo volterebbe loro le spalle, la verità è la sua luce nel buio bosco notturno, ciò che tiene viva la speranza. Hyril è la spalla, dall’intelligenza fuori dal comune e uno spiccato affetto che lo lega all’amico, che ammira e di cui si fida imbarcandosi con lui nella tortuosa ma fantastica spedizione che li aspetta. In questo clima steampunk si articolano le vignette fitte di dialoghi, ma anche di splendide figure dotate di una gestualità fluida e realistica. Ho apprezzato molto le spiegazioni a fine volume, nelle quali vengono illustrate alcune delle nuove tecnologie di Aeria e parte del passato sconosciuto dei suoi abitanti. Devo ammettere che aspetto con ansia il prossimo volume, sono veramente interessata all’evoluzione di questa storia e devo assolutamente sapere cosa accadrà ai protagonisti e apprendere di più su quella bella quanto stramba ragazza conosciuta poco prima della fine, che suppongo che entrerà a far parte del novero dei personaggi principali!

Voto: 4.5/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.