Recensione “D’amore e di guerra” Profumo d’Ottobre Vol. 2 di Annalisa Caravante

510p16vhcol

Titolo: D’amore e di guerra

Serie: Profumo d’Ottobre Vol. 2

Autore: Annalisa Caravante

Editore: YoucanPrint

Genere: Romance/Storico

Data pubblicazione: 27 Aprile 2017

Voto: 3/5

Link Amazon


Sinossi

E’ il primo ottobre 1943, gli alleati arrivano a Napoli, trovandola già libera dall’assedio tedesco. La città è a pezzi e il popolo è impegnato nelle ultime ore di guerriglia contro il nemico in fuga. La festa per accogliere gli anglo-americani è appena iniziata, ma non per Claudia, i cui pochi anni sono già carichi di dolore. Dovrà usare tutta la forza della sua giobentù per sopravvivere ad un nuovo cambiamento in un Paese privato della propria identità.

Recensione con Spoiler

D’amore e di guerra è un capitolo particolare della saga, una fase di stallo, di sofferenza, cupo ed intenso così come sono le vicissitudini dei protagonisti durante l’acme della guerra. Il libro si apre con una scena di battaglia, Claudia e Betta che attendono trepidanti il ritorno dei loro ragazzi. Una volta riuniti cambia lo scenario, si vive quella che sembra una tranquilla scena casalinga nella casa, ma sin dalle prime righe si capisce che la calma è soltanto apparente. Le azioni di guerra in cui sono coinvolti in prima linea i personaggi richiedono concentrazione, attenzione e sacrificio. Le ragazze sono segnate irrimediabilmente da un evento accaduto poco prima, non descritto ma sottinteso in tutta la sua brutalità. Si ha la sensazione che ognuno cammini sul filo del rasoio, sia personale che generale. Come a voler esorcizzare la paura la maggior parte delle pagine è focalizzata in modo melodrammatico e quasi esasperante sulla vita sentimentale di Claudia, che si accorge che nè la solida e rassicurante presenza di Matt, nè l’amicizia con Betta riescono a spegnere le fiamme del suo amore per Vanni. D’altro canto Vanni è combattuto: si rende conto di amare davvero Claudia, ma si sente in dovere verso Benedetta che dimostra di essere perdutamente innamorata di lui. Matthew si tiene a distanza, con la calma e il rispetto che lo contraddistingue ribadisce la sua presenza silenziosa ma allo stesso tempo lascia la sua amata libera di fare le sue scelte. Lascia l’amaro in bocca la terribile fine di Betta, unica vera vittima di questo pericoloso triangolo, al quale non ha saputo trovare il modo di sopravvivere. Alberto riassume in ruolo di primo piano, con gli intrighi fascisti e con il rapimento di Claudia, ennesimo evento che devia la vita della giovane proprio quando sembrava aver guadagnato un minimo di serenità. Vanni ritrova le sue origini, riuscendo finalmente a capire tanto di se stesso e del suo carattere. Il rapimento di Claudia di nuovo unisce i protagonisti che avevano rischiato di dividersi alla luce dei recenti eventi: Matt, Vanni, Marcello e Damiano partono insieme per ritrovare la loro amica, ma purtroppo per una sfortunata coincidenza non riescono nel loro intento. La prigionia di Claudia è drammatica, segnata dalla malattia e dalla perdita del suo bimbo, che la porta a prendere emotivamente le distanze dalla sua Napoli e da tutto quello che era stata in precedenza la sua vita. Infine la fuga, mancando per un pelo i suoi amici arrivati a soccorrerla, che la porta lontano……

Voto 3/5

Annunci

Un pensiero su “Recensione “D’amore e di guerra” Profumo d’Ottobre Vol. 2 di Annalisa Caravante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.