Recensione “Nel cuore di una donna” di Chiara Albertini

Ci sono verità difficili da rivelare, verità scomode a cui ci si vorrebbe sottrarre, verità amare che fanno così male da non riuscire nemmeno a scriverle nero su bianco: perché significherebbe viverle nuovamente, riflettersi in loro una seconda volta. E a nulla serve riconoscere che il cuore ha infinite ragioni, a volte taciute, altre sussurrate, altre ancora rivelate, quando le si scoprono in balia del destino: “lui” è una forza più grande, a cui non si può sfuggire. Una storia familiare avvolta da un delicato segreto, perno attorno al quale ruoterà un susseguirsi di vicende fatte di rivelazioni e colpi di scena, di allontanamenti e riavvicinamenti, condotte dalla voce “intimista” di Susan, donna volitiva che, giunta alla soglia dei sessant’anni, vedrà inaspettatamente messi in discussione non soltanto il proprio ruolo di moglie e madre, ma soprattutto quello di figlia. Per comprendere, alla fine, come le nostre scelte di vita siano robusti e al contempo fragili fili mossi da mani consapevoli, pronte a intrecciarli in un misterioso e complesso ordito.

Titolo: Nel cuore di una donna
Autore: Chiara Albertini
Editore:  Il Ponte Vecchio
Genere: Storie di vita
Data di pubblicazione: 11 giugno 2019
Voto: 3/5
Compra su Amazon

Recensione

Ogni libro a parer mio, lascia al lettore una traccia del suo passaggio nell”Io. Alcuni libri in maniera più superficiale, possono finire nel “mucchio”, altri come questo avranno invece un posticino tutto per loro.

Il Romanzo in questione narra di una storia di vita molto particolare. Due bambine, una madre e un padre che difficilimente si avvicina ai canoni positivi che dovrebbe avrebbe. Un ritrovarsi, o meglio uno scoprirsi in età più adulta che fa trapelare tutte le emozioni provate e scioglie le incomprensioni del detto e non detto che negli anni hanno creato muri insormontabili. Una famiglia che sembra inizialmente tremare e disgregarsi sotto il peso di una verità taciuta troppo a lungo, ma che poi saprà sostenersi e dimostrarsi intangibile nonostante tutto.

La storia di per sè è molto bella, quello che mi ha fatto pesare la lettura è il modo in cui è raccontata. La linea guida seguita, è sempre molto legata al fino drammatico della storia ma il modo è molto tormentato e mi ha trasmesso troppa inquietudine. E’ come se nel libro non fosse presente un apice, un momento clou verso cui è accompagnato il lettore. Ci si trova invece di frente ad una costante che rimane tale. Probabilmente questo è dovuto a sezioni del libro che potrei definire superflue perchè ripetitive degli stessi concetti o dialoghi che se non fossero presenti, avrebbero permesso una lettura molto più scorrevole. Ricordiamo però che questa rappresenta l’opera d’esordio della scrittrice, è quindi normale e accettabile tutto ciò.

La storia è carica di dolore, sofferenza, sensi di colpa verso se stessi e paura, ma il fulcro di tutto rimane il Cuore di Susan, la protagonista. Il titolo infatti non potrebbe essere più azzeccato “Nel cuore di una donna” rappresenta esattamente ciò e ci infonde in maniera perfetta quello che la scrittrice ha voluto trasmettere con esso.

Consiglio il libro? Assolumente si, perché in un mondo in cui per lo più prevale la superficialità, trovare profondità come in questo caso, può solo che aiutare noi stessi a conoscerci di più e a tentare di andare a fondo nel nostro Io, dimostrando quanto c’è ancora da scoprire in ognuno di noi.

Voto 3/5

Compra su Amazon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.