Recensione “Cleopatra – La Divina” Il Romanzo dei Faraoni Vol. 5 di Valery Esperian

51mxbiayixL._SX316_BO1204203200_

Titolo: Cleopatra – La Divina

Autore: Valery Esperian

Editore: Fanucci

Genere: Storico

Data pubblicazione: 7 Novembre 2018

Voto: 5/5

Cartaceo -> 14,90€ | Ebook -> 1,99€


Sinossi

Cleopatra “la divina”, la più famosa regina d’Egitto, discendente dei Tolomei e di Alessandro Magno, salì al potere all’età di diciotto anni e regnò per un ventennio, periodo durante il quale si adoperò per riportare il suo impero all’antico splendore. Intelligente, colta, raffinata, poliglotta, riuscì a imporsi come l’incarnazione della dea Iside. Donna straordinaria, “non bella ma di grande fascino” secondo Plutarco, ammaliò gli uomini più potenti dell’epoca: Giulio Cesare e Marco Antonio. E insieme a quest’ultimo tentò di dare vita a un sogno ambizioso: unificare i regni di Roma e d’Egitto. Sogno, tuttavia, che si infranse nella battaglia di Azio, contro la flotta navale e le legioni di Ottaviano, futuro imperatore romano e promotore di una violenta propaganda contro di lei, nemica di Roma in quanto “donna” e “straniera”. L’ultimo ed epico atto della sua avventurosa esistenza contribuì a consegnarla definitivamente alla leggenda: sola e sconfitta, pur di non cadere viva nelle mani del nemico, Cleopatra si tolse la vita facendosi mordere al seno da un aspide. Morì la donna ma nacque il mito.

Recensione

Cleopatra è il nome di una donna che ha segnato la storia dell’antichità; potremmo quasi paragonarla ad una attuale femminista impegnata nelle questioni sociali e per la parità di sesso. A lei molte opere sono state dedicate, conservate con tanta premura per ricordare lo splendore e l’importanza del suo regno; una donna che ancora oggi esercita il suo fascino per esempio pensiamo alla moda come al modo di truccarsi o adornarsi.

Il libro inizia mostrandoci tutta la formazione di questa ragazzina che era stata educata e cresciuta con l’intendo e l’ambizione di essere la futura regina d’Egitto.Vari sono stati gli ostacoli che ha dovuto affrontare persino persone a lei care come sorella, fratello e persino suo padre Tolomeo che una volta cercò di avere un rapporto carnale con lei. Bisogna ricordare che il rapporto incestuoso veniva considerato un atto abbastanza normale ed usuale sopratutto presso la famiglia reale; questo in particolar modo per preservare la purezza della stirpe.

All’età di 17 anni Cleopatra divenne regina insieme a suo fratello Tolomeo; ma trovandosi già in un’epoca di stampo maschilista quest’ultimo cercò in tutti i modi di allontanarla dal trono pensando persino di farla ucciderla. Una dote che ha sempre distinto Cleopatra è stato la sua intelligenza e infatti proprio questa sua ambizione la porterà a collaborare con Cesare che cederà a lei il trono riconoscendola come effettiva ed unica sovrana d’Egitto.Il rapporto che si instaurò tra queste due figure è di tipo professionale ma anche sentimentale che porterò alla nascita di un figlio di nome Cesarione. L’intento politico dell’uomo romano era quello di controllare l’Egitto considerato un grande potenziale sopratutto dal punto di vista finanziario. I due vissero un grande amore insieme alla stabilità politica fino alla famosa uccisione di Cesare a Roma per mano dei suoi stessi amici politici.

Dopo questo evento Cleopatra tornò subito in Egitto e protesse suo figlio Cesarione con il timore che anche egli potesse avere la stessa sorte del padre. Visto il clima di tensione e di pericolo la regina decise di affidarsi all’appoggio di Marco Antonio. L’incontro avvenne a Tarso in modo quasi divino dove Cleopatra arrivò con la sua flotta al porto dando grande stupore e meraviglia al politico romano. Nonostante Marco Antonio fosse sposato con la sorella di Ottaviano, Ottavia, i due divennero amanti e vissero insieme da allora (42 a.C.) fino al termine della loro vita. Questa loro unione non veniva vista in modo positivo a Roma, avvertendola come una sorta di minaccia per l’impero. Ben presto il conflitto tra Ottaviano e la coppia di amanti divenne inevitabile, scaturendo la battaglia decisiva svoltasi nello Ionio, al largo di Azio (31 a.C.). Ottaviano vinse in modo clamoroso grazie anche al contributo offerto dal grande generale Agrippa, segnando ormai la fine del regno di Cleopatra. Antonio alla falsa notizia della morte della sua amata si tolse la vita, seguito poco tempo dopo dalla stessa regina che scelse la morte attraverso il morso di un serpente.

Questo libro scritto in forma dialogata ci conduce in ciò che è stato uno dei momenti più importanti della storia dell’antichità, facendocelo conoscere ed assaporare in modo un pò diverso rispetto a come succede durante la nostra istruzione scolastica. Possiamo avvertire le varie emozioni che hanno percepito e guidato i protagonisti di questa vicenda come gioia, trionfo, paura,lussuria…. tutto questo ad indicarci che anche i più grandi illustri uomini della storia hanno provato sensazioni di un essere comune mortale .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.