Recensione “L’egemonia del drago” Il Dominio dei mondi Vol. 1 di Nunzia Alemanno

51eKFcUWNuL

Titolo: L’egemonia del drago

Serie: Il dominio dei mondi

Autore: Nunzia Alemanno

Editore: Indipendente

Genere: Fantasy

Data pubblicazione: 30 Novembre 2014

Voto: 4/5

Cartaceo -> 14,90€ | Ebook -> 3,99€


Sinossi

Karl Overgaard è un brillante bambino di appena sei anni. Vive a Silkeborg, in Danimarca, insieme alla madre, Karen, e la nonna, Amanda. In seguito ad alcuni strani avvenimenti (la ‘voglia’ dietro la nuca che, inspiegabilmente, inizia a sanguinare e l’orrenda visione di un drago fuori dalla finestra della sua camera), Karl, all’improvviso scompare.

L’ispettore Johan Kallen si prende carico delle indagini, ritenendo Karen, a causa degli strani disturbi psichici che la affliggono, la sospettata principale per la scomparsa del bambino.
Il destino di Karl è legato a quello di Ambra, una giovane fanciulla di Castaryus. Qui, in questo piccolo mondo disperso nella galassia di Ursantia, subiranno la persecuzione di Elenìae, una maga perfida e spietata dai poteri illimitati che brama il dominio assoluto. Per conquistare tale supremazia, la sanguinaria strega dovrà impossessarsi dei cuori pulsanti del bambino e della giovane Ambra, da immolare durante un rito sacrificale. Ciò le permetterà di distruggere il Drago, l’onnipotente divinità di Castaryus che governa su tutti i popoli da oltre duemila anni.
Che cosa può accomunare due mondi cosi diversi e così lontani?
Attorno alla magia di paesaggi leggendari e creature fantastiche, ruotano le vicende di re, maghi e forti guerrieri, storie d’amore che appassionano, avventure che lasciano senza fiato. La disperazione condurrà una madre alla follia (è veramente pazza o è divenuta cosciente del mondo in cui si trova suo figlio e vuole andare a tutti i costi a riprenderselo?) e non mancherà l’impegno di coloro che, per proteggere Ambra e il piccolo Karl, non si risparmieranno nella lotta mettendo in gioco la propria vita.

Recensione

Immaginate di avere davanti agli occhi una bella tazza di orzo diligentemente macchiato con del latte. Brandite ora un fittizio cucchiaino e, lentamente, tuffatelo nel liquido bollente mescolando il tutto, facendo fondere le parti. Ecco, questo è un ottimo punto di partenza per descrivere il primo volume dell’Egemonia del Drago, eccitante racconto dalle tinte opalescenti proprie del fantasy, poiché fra le pagine di questo libro vengono ad unirsi due realtà opposte, due mondi estremamente differenti ma in grado di legarsi con semplicità indubbia. Il piccolo Karl è un bambino molto sveglio e intelligente che vive con la madre e la nonna in tutta tranquillità, quando un giorno scompare senza lasciare traccia. La madre, straziata dal dolore, piomba in un incubo perennemente sull’onda dell’irrealtà e della pazzia. Le ricerche condotte dalla polizia non portano nessun risultato e la donna si ritrova persino ad essere indagata lei stessa per la sparizione del fanciullo. Parallelamente seguiamo le vicende di numerosi personaggi in primis la bella Ambra, provenienti da un mondo altro, una sorta di Medioevo alternativo dove nel cielo si librano possenti draghi magici e gli incantesimi sono di casa, così come combattimenti all’ultimo sangue nei quali prodi eroi dimostrano il loro coraggio. La fusione di queste due così differenti realtà trova il suo fulcro nell’esistenza di una profezia proclamante che, se la malvagia Eleniae, una strega sadica e temuta, riuscirà ad avere i cuori dei due Eletti potrà annientare l’enorme potenza del Drago; questo individuo mistico è una sorta di divinità, del quale conosciamo la storia grazie all’antefatto. I due piani si sovrappongono dunque, generando uno spropositato numero di nomi che dovremmo tenere a mente: i tipi a cui appartengono sono dotati di una caratterizzazione chiara ed esaustiva e questi eroi (ed eroine, per intendersi) ci inietteranno direttamente in vena le loro emozioni, i loro sentimenti, i valori dei quali si fanno portatori conducendoci alla loro condivisione o allo sdegno provocato dalle azioni che compiono. Non si può dire che manchino colpi di scena o che la narrazione non sia avvincente! Siamo sospesi a cavallo fra due galassie apparentemente lontane eppure più attigue di quel che sembra e questa dualità non porta mai alla confusione anzi, mantiene vivida l’attenzione. Per essere un fantasy ad ambientazione medievale/thriller (e secondo me fornito anche di una buona componente romantica) il volume scorre bene nelle sue innumerevoli pagine e pare di volare sopra le fitte parole che si susseguono implacabili. L’ho trovato un romanzo veramente facile da leggere, particolarmente emozionante e dilettevole grazie alla storia ricca di pathos e la narrazione pulita ed efficace. Per gli amanti delle grandi saghe fantasy questo libro diverrà di sicuro un must!

Voto: 4/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.