Recensione “Armada” di Ernest Cline

41fec6gnyxl-_sx351_bo1204203200_

Titolo: Armada

Autore: Ernest Cline

Editore: DeA Planeta

Genere: Fantascienza

Data pubblicazione: 30 Ottobre 2018

Voto: 5/5

Cartaceo -> 17€ | Ebook -> 8,13 €


Sinossi

Zack Lightman è un sognatore. Sogna un mondo un po’ più simile ai film di fantascienza e ai videogiochi che da sempre sono la sua più grande passione. Fantastica del cataclismico evento che un giorno giungerà a frantumare il monotono tran-tran della sua esistenza senza qualità. Dopotutto, sognare non ha mai fatto male a nessuno, specie quando il mondo reale si incarica di ricordarti a ogni passo quanto improbabile sia, per un ragazzo smanettone e pieno di rabbia, ritrovarsi in un futuro imminente a vestire i panni del Prescelto, l’Eroe Destinato a Salvare l’Umanità. Ma poi Zack vede il disco volante. Quel che è peggio, la strana navicella spaziale pare uscita direttamente dal videogioco su cui lui trascorre le notti: un popolarissimo simulatore di volo online in cui i giocatori sono chiamati a difendere il pianeta Terra dalla minaccia di un’invasione aliena. No, Zack non ha perso la testa. Per quanto impossibile possa sembrare, quello che vede è fin troppo reale e le sue capacità di gamer con pochi confronti si riveleranno essenziali nella corsa globale per scongiurare la fine del mondo. Finalmente, la epica occasione che aspettava è arrivata. Ma in mezzo al terrore e all’euforia della sua nuova missione, Zack non può fare a meno di ripensare alle storie fantascientifiche con le quali è cresciuto. E di chiedersi, in un crescendo di inquietudine, se lo scenario in cui si ritrova proiettato non sia un po’ troppo familiare per non nascondere una realtà persino più inquietante e sinistra di quello che appare.

Recensione

Bhè eccoci qui, sappiate che inevitabilmente questa recensione conterrá Spoiler, cercherò di contenermi ma sarebbe inevitabile.

Partiamo dal principio, il protagonista é appassionato di videogiochi, ha perso il padre in tenera età e vive con la madre infermiera. Quest’ultima un bel giorno lo porta in soffitta, dove lo lascerá alle prese con gli scatoloni contenenti gli effetti personali del padre. C’è da dire che il diciannovenne prematuramente scomparso, era anch’esso un appassionato di videogiochi e tramite i suoi quaderni, porta alla luce una trama mondiale alquanto strana. I videogiochi servirebbero ad addestrare soldati…per cosa? Lascio a voi scoprirlo. Fatto sta che poco dopo il ragazzo verrà prelevato da un oggetto non identificato…per finire sottoterra, in una base segreta. Qui scoprirà la veritá, o meglio ciò che si crede sia la veritá.

Avete visto? Ho fatto la brava con gli spoiler, vero? 😊😉 La storia a questo punto si infittisce e fidatevi si complica molto, un imminente attacco alieno ne é la causa.

Questi nemici invisibili e senza forma attaccano solamente mediante l’utilizzo di droni. Ammetto che in varie sezioni il libro mi ricordava molto il bestseller dell’autore “Ready player one” [vi lascio qui la recensione], in particolar modo nelle sequenze di gioco e di combattimento. Il Pathos non manca, ne i colpi di scena. Inoltre il sacrificio finale e la veritá venuta a galla, lasciano molto amaro in bocca, soprattutto per le perdite subite dai terrestri. Quello che mi piacerebbe leggere, magari in un altro volume, riguarda principalmente gli alieni se così possiamo definirli. Coloro che ci hanno attaccati (o che hanno subito l’attacco), coloro che hanno orchestrato tutto e ci hanno spinti in una trappola. Sembra infatti, un tassello facente parte di un piano molto più grande. Di sicuro non mancano gli spunti per un seguito. Staremo a vedere. Alla prossima e un saluto da Muaty. Voto 5/5.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.