Vampiri, Licantropi e Affini: Shadowhunters

Mmm sento già l’odio dei fans del programma televisivo di cui parlerò oggi che prende forma in un’unica e gigantesca mano, di quelle enormi fette che sono il panico degli insetti che vengono appiattiti sotto di esse come frittelline di mele. Il minaccioso schiaffone è pronto a calare su di me con una velocità che non mi lascerà nemmeno il tempo di pronunciare due deboli paroline che forse mi avrebbero potuto salvare dal mortale trauma: “ma guardate che la Malec mi pia…!” SPLAT. Io comunque mi lancio a volo d’angelo (appunto) in quest’impresa, comunicandovi in anticipo che ho letto tutta quanta la saga in formato cartaceo e che l’ho apprezzata molto, soprattutto perchè il modo di scrivere della Clare mi piace e l’Urban Fantasy è un genere a cui di rado dico di no. Risultati immagini per jamie campbell bower shadowhunters

Dopo aver tratto da questi meravigliosi libri un film non altrettanto stupendo (allora Jamie Campbell Bower, io non ho nulla contro di te ma… non sei Jace), sono spuntati fuori dalla macchia questi episodi a primo acchito piuttosto interessanti, che riprendevano gli eventi dei libri mixandoli un po’ come pareva ai registi ma comunque in modo da attenersi al principale filo narrativo dell’opera. Un cast dai membri non molto conosciuti anzi, per la maggior parte alle prime armi, anima ben tre stagioni per un totale di 55 episodi sfornate al di fuori degli U.S.A dalla proficua piattaforma Netflix che oramai abbiamo capito che di serie tv se ne potrà anche intendere, ma per quanto riguarda film è un caso disperato. Le prime 13 puntate vedono Clary, talentuosa studentessa con la passione per l’arte in ogni sua espressione, cadere in una spirale confusa e volubile di verità celatele per anni, onda che la conduce ad un elevato numero di scoperte sbalorditive su di una certa risma di persone compenetrate negli individui che ogni giorno incontra in giro, con cui parla, scherza, trattiene normali rapporti di cortesia etc. Loro sono i Nascosti, creature che si mescolano ai Mondani per svariati motivi tra cui poterli proteggere da ciò che questi non possono vedere. Tale compito spetta agli Shadowhunters, diversi da Vampiri, Fate, Stregoni e così via; essi sono mezzi Angeli e vegliano su di noi

Immagine correlata

per non permettere ai Demoni di allungare i loro minacciosi artigli su dei poveri innocenti. Questi specie di Men in Black sono super agili, intelligenti e bellissimi, e posseggono dei poteri magici esercitati tramite delle rune che si incidono sul corpo con un particolare stiletto, ferite che poi diverranno tatuaggi di cui sono letteralmente pieni e che rendono gli effetti dei simboli duraturi. Clary si imbatte in questi particolari personaggi una sera, all’uscita di un locale chiamato “Pandemonium” dove si riuniscono tutti gli esseri sovrannaturali della zona. Ebbene sì, lei può vederli, a differenza della gente che le ballonzola freneticamente intorno alle luci stroboscopiche del salone invaso dalla musica assordante. Ma come può riuscire a visualizzare loro, può anche assistere al brutale omicidio che tre di loro compiono ai danni di un demone di passaggio, cosa che fa intuire che la rossa non sia al corrente delle sue doti; rimane scioccata e dà di matto, quindi la squadra anti-demone capisce che c’è qualcosa che non torna e uno di loro in particolare, Jace, le rivelerà il segreto degli Shadowhunters, anche se non riesce a capacitarsi di come la ragazza

Risultati immagini per katherine mcnamara

l’abbia potuto ammirare in tutto il suo ammirevole fascino angelico (lui non è egocentrico, proprio per nulla). Una volta che il destino della giovane e del suo povero amico friendzonato Simon intrecciano quelli dei mezzi angeli dalle armi per nulla pure ed innocenti se non per il loro scopo le vite di tutti si capovolgeranno come la roba che metti in borsa prima di uscire; tutta bella ordinata e al suo posto, ogni cosa nell’apposita taschina che le spetta, e poi quando apri la zip arrivata a destinazione trovi uno scenario post-apocalittico da brivido con tanto di assorbente in cima in bella mostra sopra ogni altro oggetto riposto accuratamente nella tracolla. Giunge così alle nostre orecchie la notizia spiazzante: Clary non è una Mondana e qualcuno le ha nascosto per anni la sua vera natura, dunque i nuovi “amici” (all’inizio la odiano un po’ tutti) pian piano la aiutano a venir a capo della situazione, aiutandola a comprendere di più su di sè e a risalire alla sua a quanto pare perduta memoria. Ma questo non è tutto, visto che sua madre è stata rapita e il suo appartamento semi distrutto, un artefatto dalle portentose virtù custodito fino ad allora dalla donna è disperso nel nulla e qualcuno di molto cattivo vuole impadronirsene per scopi malvagi. E questo qualcuno è… TAN TAN TAAAAN! Valentine Morgenstern, che oltre ad avere il cognome da tipo veramente crudele metterà in seria difficoltà il rapporto fra Clary e Jace, che nel mentre ha preso una svolta tenera… Questi i fatti. La trasposizione televisiva non mi ha incantata a dir la verità, certi elementi non quadravano proprio alla grande e poi, anche con una trama impeccabile, battute da lacrimuccia di commozione per la perfezione del doppiaggio e ambientazioni da budget alle stelle, se non c’è una buona recitazione il tutto va a finire a ballodole. Gli attori si sforzano nel far bene il loro lavoro, appare evidente, ma forse a causa di una scarsa esperienza nel campo sono molto penalizzati e per via di alcuni tempi di reazione scoordinati o a causa dell’inespressività dei volti in determinate scene tragiche hanno esaltato ancora di più la debolezza di svariati punti nella narrazione.

Risultati immagini per malec

Carina la storia d’amore fra lo stregone Magnus Bane e il Parabatai (qualcosa tipo BFF) di Jace, Alec. Il ragazzo, impersonato da un notevole Matthew Daddario, passa dal fascino che prova nei confronti del compagno di battaglia ad una relazione con esiti più felici, visto che Jace è cotto di Clary nonostante battutine dissimulatrici e.. ehm… si può dire problemi familiari senza fare spoiler? La coppia è ben riuscita e ha conquistato una gran parte del Fandom che purtroppo, come al solito, esagera in attestazioni di fedeltà vincolante nei confronti delle proprie ship; ma questo accade sempre quindi di cosa ci meravigliamo ormai. Katherine McNamara non mi piace proprio, non capisco perchè ma non mi va giù come recita e in lei, che non metto in dubbio sia una ragazza d’oro, c’è qualcosa che mi pare immotivatamente falso. Per quanto riguarda l’interprete di Jace, Dominic Sherwood, FINALMENTE. Ecco, questo è un viso adatto per assumere i panni del

Immagine correlata

personaggio! E non solo perchè è proprio un bel ragazzo, complice quella meravigliosa eterocromia parziale all’occhio sinistro, ma anche perchè ha un volto che ben si confà al ruolo del giovanotto un po’ sbruffone ma sotto sotto molto dolce, che ha patito a lungo nella sua seppur breve vita. Jamie era troppo spigoloso e quasi sofferente con quei capelli appiccicati ai lati del viso, e non mi diceva veramente nulla come capo della sua squadra di Cacciatori. Poi è ovvio, questi sono soltanto pareri e sicuramente molti di voi la penseranno in modo differente, ma ritengo che il bello di scrivere recensioni sia proprio il confrontarsi con gli altri e lo sperimentare nuove correnti di pensiero che magari ci aprono gli occhi su dettagli che guardavamo nel modo sbagliato o interpretavamo erroneamente prima. Quindi se io dico che questa è una serie tv non eccelsa, ma sicuramente guardabile per gli appassionati di fantasy e di bei fighi (non mancano nell’universo di Shadowhunters, non disperate), per qualcun altro può trattarsi del capolavoro del 2016, un autentico gioiello da portare con i guanti di seta ed esibire in tutta la sua eccezionalità. E chi sono io per dire che non ha ragione? Assolutamente nessuno anzi, se c’è una cosa che mi piace è poter scambiare quattro chiacchiere con persone dalla visione opposta alla mia; di solito si rivelano dei discorsi veramente molto appassionanti e che, in ogni caso, sanno donare tanto. Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.