Recensione del film “Revenge”

ezgif-5-b0fb21305e

A perdita d’occhio c’è solo il deserto, chilometri e chilometri di nulla, ad eccezione di qualche cespuglio dannatamente secco, lì tutto è arido.
L’orizzonte è piatto, non ci sono colline, il sole deve essere già tramontato perché noto i colori del crepuscolo, e il cielo si è tinto del rosso della sabbia.
Apparentemente non ci sono case, solo un puntino nero che irrompe nel paesaggio, pare sospeso nel cielo e lentamente si avvicina, non riesco a capire cos’è.
Lo vedo, ora distinguo la sagoma, è un elicottero, che ci fa in mezzo al deserto?
Sta perdendo quota forse nel tentativo di atterrare, il pilota ha visto qualcosa di simile ad una pista di atterraggio, è all’interno di una tenuta, la tenuta di una villa con piscina nel mezzo del deserto dell’Arizona.
L’elicottero è atterrato ma non ha spento il motore , le pale sollevano la sabbia e l’uomo che apre il portellone si copre il volto.
Esce e si gira di spalle, ha un fisico atletico, è molto alto e porta i capelli a spazzola, credo sia sulla quarantina, sta porgendo la mano a qualcuno che deve uscire dall’elicottero.
E’ una ragazza, lui le allunga la mano, lei la afferra e scende il primo gradino della scaletta.
E’ magra, non altissima, indossa una minigonna rosa che mette in risalto la carnagione olivastra, ha i capelli lunghi di un biondo dorato e un paio di orecchini fucsia a forma di stella.
E’ molto bella, ha più o meno vent’anni.
Ora sono entrambi a terra, l’uomo rimasto sull’elicottero lancia un pacchetto in direzione dell’altro,
“prendilo dice ammiccando, ti servirà”.
L’uomo lo raccoglie , saluta il pilota e si avvia con la ragazza in direzione della villa.
Il giardino della casa è circondato dalla piscina, è lunga un centinaio di metri, tutt’intorno divanetti e cuscini, anfore e piante grasse.
Nel lato opposto alla piscina c’è una vetrata, sicuramente delinea l’ingresso della villa, la ragazza entra e le sembra di essere ancora fuori, non ci sono pareti, cioè ci sono ma sono a vetri.
Si siede su un divano di pelle marrone, accarezza lo schienale e osserva l’enorme televisore appeso alla parete, poi si alza “ dov’è il bagno chiede”
L’uomo le indica un corridoio a sinistra del divano, “ vieni ti accompagno”
Ora è dietro di lei, con una mano le cinge una spalla e con l’altra si insinua sotto la gonna, lei si gira e lo bacia, con le mani attira il bacino dell’uomo a sé e sorride “ tesoro hai qualcosa che vibra nei jeans”
“ops scusami un attimo”
Lui estrae il cellulare dalla tasca e risponde
“ si amore tutto ok, sono arrivato, i ragazzi mi raggiungono domani, ho il tempo per rilassarmi, spero che la caccia vada bene, anch’io ti amo”.
La ragazza pare dispiaciuta, lui la guarda le accarezza il viso e le sussurra all’orecchio” se non fosse per le bambine l’avrei già lasciata, lo sai vero”?
Lei annuisce e sparisce in bagno.
E’ tutto pronto, fucili e munizioni, l’indomani arrivano i compagni di caccia, la ragazza ne è al corrente, ma hanno omesso di dirle una cosa fondamentale,
la preda è lei.

Film di dichiarata vendetta, con sparatorie all’ultimo sangue che fanno pensare al genere di kill bill, Revenge è a metà tra l’exploitation e il femminismo, due cose in aperto contrasto. La vendetta, infatti, non è solo della protagonista sui maschi ma pure idealmente dello sguardo femminile sull’exploitation. La regista e sceneggiatrice francese Coralie Fargeat, qui all’opera prima, firma con gran classe una intelligente e divertente provocazione.
Per la location e le immagini assegno il voto 5/5
trama e svolgimento 4/5

Annunci

3 pensieri su “Recensione del film “Revenge”

    1. se sei stufa di violenza allora non è il tuo film, in effetti la seconda parte non è piaciuta nemmeno a me, ma la fotografia nonché la scenografia è superlativa, eppoi quella villa……diciamo che corrisponde al mio metro di ricchezza.

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.