Recensione “Biancaneve Zombie” di Elena Mandolini

41hndriokpl

Titolo: Biancaneve Zombie

Autore: Elena Mandolini

Editore: Dario Abate Editore

Genere: Retelling – Fantasy

Data pubblicazione: 23 Agosto 2016

Voto: 5/5

Cartaceo -> 14.14€ | Ebook -> 2,99€


Sinossi

Se siete stanchi del solito buonismo delle favole e sognate di irrompervi con un machete per fare strage di nani, fate, principesse e, indistintamente, buoni e cattivi… Ecco, benvenuti nel nostro mondo!

Recensione

Eccoci qui, alle prese con un retelling della fiaba di Biancaneve. È il secondo che leggo di questo genere e il secondo riguardo la medesima storia e come nel primo caso ne sono rimasta piacevolmente colpita. Non si tratta di un vero e proprio Retelling in realtà, perché la storia di per se inizia nel momento in cui la fiaba che noi tutti conosciamo termina. Eravamo infatti rimasti al punto in cui la dolce e pura Biancaneve veniva risvegliata dal bacio del vero amore datole dal principe. Ed è proprio con questo bacio che inizia il Romanzo di Elena Mandolini.

Un bacio che si tramuta subito in altro….un morso, poi un altro e il principe si ritrova a non avere più le labbra….dalla bocca della giovane risvegliata gocciola il sangue del principe che giace in un corpo senza vita, ucciso senza una motivazione da una foga che improvvisamente termina riportando la giovane in un buio ristoratore. I nani assistono impotenti alla scena, ma accettano ciò che la loro amica/figlia ha fatto, trovandone giovamento….perché  finalmente sono riusciti a riportarla in vita….ma sarà veramente così?

Un paiericcio, della roccia e una caverna, questo il luogo in cui la principessa si risveglia, ma la fame è tanta e le parole faticano ad uscire dalla sua gola, inoltre i movimenti sono quasi impossibili per lei…quanto avrà dormito? Cosa sarà successo nel frattempo?

Potrei andare avanti per ore a scrivervi e descrivervi la meravigliosa trama intrecciata dall’autrice ma essendo io un’accanita lettrice, so quanto gli spoiler levino magia a chi si accinge a leggere, quindi ora mi limiterò a pochi fatti salienti, senza aproffondire troppo per non rovinarvi la lettura…che vi consiglio di fare sia ben chiaro!! Potessi lo inizierei nuovamente subito 😊😊😊

Insomma ma chi o cosa è diventata la giovane? Perché il cibo che le viene servito non appaga la sua fame? Solo la carne le porta giovamento e quella umana le permette addirittura di riprendere vigore. Scoprirà chi è grazie ad un giovane non umano (ho appena evitato un altro spoiler) che sarà una figura importantissima nella storia e che nell’originale ovviamente non compare.

Il giovane era progioniero di Grimilde, nel castello dove Biancaneve si é intruffolata per spiare la Regina che l’ha spodestata, ma senza riuscire a vederla, ma sentendone però la presenza. Qui vedrà solo una bambina bellissima ingabbiata ed intenta a mangiare carne umana…

Il suo popolo soffre e la principessa sarà costretta una volta per tutte a prendere in mano la situazione. Con affianco i suoi fidati nani riuscirà a liberare il  Regno ma state ben attenti, perché il finale non è per nulla scontato.

Ho amato il romanzo che seppur non troppo lungo, riesce infatti con i giusti tempi a farti immergere nella continuazione della fiaba che abbiamo amato da bambini. Il tutto senza andare a lederne il nostro ricordo ma ponendoci di fronte ad una ragazza che non è più bambina e proprio come noi è crescita. Si ha infatti come la sensazione che sia cresciuta con noi, vivendo la perdita di persone care e provando l’amore, che è bel lontano da ciò che ci viene propinato nelle fiabe. Questo la rende reale, contrapponendosi a ciò che della fiaba iniziale era invece fittizio. Un amore vero con i problemi di tutti i giorni (seppur parzialmente), cosa ben diversa da ciò che da bambine ci veniva presentato in maniera perfetta e incorniciato a dovere, costringendoci poi a vivere e scoprire sulla nostra pelle che la realtà sarebbe stata invece ben diversa!

Dotto tu sei la Temperanza; Eolo, sei la Giustizia; Brontolo sei Fortezza; Mammolo la tua virtù è la Carità; Pisolo rappresenti la Prudenza; Gongolo non ho mai conosciuto nessuno con la tua Fede e tu Cucciolo, Tu sei la speranza! Voi sette uniti siete un uomo retto e irreprensibile!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.