Recensione “La vendetta delle single” di Tracy Bloom

Titolo: La vendetta delle single

Autore: Tracy Bloom

Editore: Newton Compton

Genere: Rosa

Data pubblicazione: 19 Luglio 2018

Voto: 5/5

Link Amazon


Sinossi

Suzie Miller cura la rubrica della posta del cuore per una rivista di successo. Ogni giorno dà consigli a decine di lettori che chiedono il suo aiuto per risolvere i problemi amorosi. Ma quando viene mollata nel modo peggiore possibile – che razza di uomo lascia una donna con un sms dopo esserci andato a letto? – decide che è arrivato il momento di fare qualcosa. Suzie vuole vendicarsi per tutte le volte in cui le hanno spezzato il cuore, mettendola da parte, e ha intenzione di dimostrare che è perfettamente in grado di rendere pan per focaccia. I suoi metodi sono imprevedibili, ma l’umiliazione è garantita… ed è su larga scala. Determinata a portare avanti il piano, comincia a suggerire anche a chi scrive alla sua posta del cuore modi stravaganti per reagire. E le lettere si moltiplicano: tutti vogliono i consigli della Cara Suzie. Al culmine del successo, felicemente single, ha raggiunto il suo obiettivo. O così le sembra, almeno finché un uomo le fa mettere di nuovo tutto in discussione…

Recensione

Mai avrei pensato, devo essere sincera, che “La vendetta delle single” mi sarebbe piaciuto a tal punto da farmelo rileggere due volte (io di solito non reitero le stesse letture) e da rendermi un segugio alla ricerca di TUTTI gli altri romanzi scritti da Tracy Bloom, tanto impaziente di riceverli che ho creato uno stradello da casa mia alla libreria dove faccio pingui compere a cadenza regolare. Questo gioiellino d’ironia e saggezza mi ha stregata, la scrittura curata e vivida della Bloom mi ha deliziata, non potevo chiedere di meglio prima di rigettarmi sui libri universitari per il fantomatico esame di geografia di settembre. Il racconto segue il punto di vista dei due protagonisti principali, Suzie e Drew; la prima è una donna vicina ai quaranta, lasciata per l’ennesima volta dal bastardo di turno con (sia mai!) un miserabile messaggio. Suzie tende ad autocommiserarsi e a piangere per mesi dopo la fine dei suoi rapporti amorosi ed è incapace di farla pagare all’ex fidanzato in quanto rimane pazzamente innamorata di lui e non è in grado di dirgli ciò che si merita per averle spezzato il cuore. Drew è il suo rigidissimo collega di lavoro nonchè amico e confidente numero uno, che tenta di spronarla a reagire e farsi rispettare, senza cadere in quello stato di semi depressione alimentato da commedie romantiche e dolcetti al limone glassato ingurgitati l’uno dopo l’altro la domenica pomeriggio, sentendosi triste e abbandonata. Sta programmando dopo 16 anni di fidanzamento il suo matrimonio con Emily, avvocato divorzista dalle maniere dure e anaffettive, severa e più impegnata a firmare contratti e sbrigare il più velocemente possibile la lista dei regali di nozze che a godersi il magico momento col suo amato, che tratta con molta sufficienza quasi fosse il suo inconsapevole cagnolino ammaestrato. Queste due personalità, così differenti, invece di cozzare fra loro si fondono teneramente in un progetto che significherà il successo estremo di Suzie e il fallimento delle preparazioni del matrimonio del ragazzo, ma che lo porterà a capire veramente per la prima volta cosa è l’amore, quel battito rimbombante del cuore che pare incastrato in gola, la bocca secca, la testa fra le nuvole; l’amore che gli donerà la forza di opporsi alla sua aguzzina-fidanzata per seguire i suoi sentimenti, nati pian piano come un bocciolo di rosa dalle foglioline seriche e fragili che diverrà uno splendido e rigoglioso fiore. La storia romantica fra i due è il vero fulcro del romanzo ma ce ne rendiamo conto soltanto ad un certo punto del libro poichè la parte iniziale è concentrata sulla povera Suzie, costretta a tenere una rubrica di consigli amorosi con cui si trova a disagio. Dopo un’attenta riflessione e un riordino sommario dei pensieri, la nostra eroina è pronta: metterà in atto una terribile vendetta contro tutti quegli uomini barbari che l’hanno illusa e poi scaricata in malo modo, umiliandola. Con le sue trovate geniali, che ogni tanto vedono lo zampino di un complice Drew, farà in modo che i suoi ex soffrano quanto ha dovuto patire lei in passato, trasformando dopo il successo della prima rivincita la sua rubrica in una sezione di botta e risposta dedicata ai regolamenti di conti con mariti infedeli e ragazzi insensibili. Diverrà una vera e propria eroina del genere femminile, esaltata da tutte le donne che la leggono, un numero sempre più esorbitante che le fa ricevere anche una richiesta di lavoro dal Mirror, noto giornale inglese. Mentre il povero Drew pensa di impazzire, cercando di discernere e sviscerare i suoi sentimenti, Suzie sprizza rivalsa e gioia da tutti i pori e si sente rinata, acquista sicurezza in se stessa e una certa notorietà, che inizia però a gravare su di lei e che la penalizzerà molto dal punto di vista sentimentale; infatti quando Drew, una volta risolto con la sua quasi moglie e ormai ex, tenta di comunicarle i suoi sentimenti lei fraintende subito, con la mente colma di stereotipi e pregiudizi si convince che il ragazzo ha tradito Emily con un’altra e gli riversa addosso una marea di cattiverie che sulla pelle del giovane bruciano come acido. Ormai gli uomini sono diventati il Cattivo con la C maiuscola, sempre colpevoli, sempre indifferenti, tutti uguali! Eppure durante la festa di Natale, dopo che Suzie ha dispensato consigli a destra e a manca alle varie donne in sala che hanno scatenato una specie di rivoluzione femminista sulla pista da ballo, viene svelato un altarino segreto della vendicatrice giornalista che infanga la sua reputazione da paladina della giustizia. Il finale mi ha fatto stare in agitazione per tutta la sua durata, ero angosciatissima per la situazione che si era venuta a creare: Suzie comprende l’amore che Drew prova nei suoi confronti e accorre sul posto di lavoro per incontrarlo e scusarsi, ma lui non è più lì, se ne è andato, con il cuore a pezzi. In un disperato tentativo di recuperare il rapporto con lui la donna scrive una lettera desolata e colma di pentimento sul giornale, dai risvolti romantici che mi hanno colpito dritta al cuore. Ciononostante il ragazzo non si presenta nel luogo da lei indicato e Suzie ed io pensiamo sia tutto perduto ma… Dai, ovviamente ci stava un bel lieto fine, se lo meritavano entrambi nonostante tutti i casini combinati nel corso della narrazione! Una volta concluso il libro mi sono sentita gioiosa, come se quei due fossero miei amici di lunga data e avessero finalmente coronato il loro sogno d’amore. Non so se sia stato per i personaggi caratterizzati ad arte o per i ritmi serrati ma non troppo esagitati con cui la storia si srotolava per le pagine per me tanto piacevoli; fatto sta che consiglio a chiunque su questa terra e anche oltre di lanciarsi a capofitto nella lettura di questo romanzo, non solo per l’intrattenimento e le emozioni che offre ma soprattutto per gli insegnamenti che comunica: è sbagliato formalizzare su qualunque argomento, proprio come Suzie fa con gli uomini. Non si deve fare di tutta l’erba un fascio, bollando categorie di persone, cose o animali in modo definitivo, senza considerare le innumerevoli eccezioni evidenti. Il mondo è bello perchè è vario e perchè ognuno è diverso dall’altro, abbiamo innumerevoli sfumature che ci caratterizzano e in base alla situazione e al contesto cambiamo comportamento, un po’ come i camaleonti rinnovano il colore del loro rugoso mantello. Fine ai discorsoni filosofici sulla vita e l’essenza dell’anima, correte in libreria e leggete “La vendetta delle single”, anche voi maschietti. Di certo non ve ne pentirete!

Voto: 5+/5

Annunci

11 pensieri su “Recensione “La vendetta delle single” di Tracy Bloom

      1. Fammi sapere poi se ti è piaciuto😊 Questo libro é a dir poco esilarante, ma ha anche una componente romantica e istruttiva non da poco!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.