Recensione di “Il Mostro” di Sandra Rotondo

51hhevm-mtl

Libro: Il Mostro

Autore: Sandra Rotondo

Editore: Indipendente

Genere: Thriller

Data pubblicazione: 5 Settembre 2016

Voto: 4/5

Link Amazon


Sinossi

Sei sicura che tutto quello in cui credi sia giusto?
Che la tua vita sia perfetta, solo perché segui le regole?
Che il ragazzo di cui sei innamorata sia un uomo retto?
Questo è quello che pensa Miriam, 23 anni, newyorchese, prima che un uomo con il volto mascherato la droghi per portarla via con sé, nascondendola nella sua dimora in Russia. Lontana dai suoi affetti.
Un Mostro, come lei lo definisce, una Bestia che si nasconde dietro una maschera, che non ha il coraggio di mostrare il suo volto. Come invece fa con il suo cuore.
Ma le Bestie, possono essere meno pericolose di quanto si creda. E Miriam scoprirà presto da che parte stare.
Dopo averla posseduta, il Mostro lascerà Miriam, libera di tornare a casa. Ma niente sarà più uguale a prima.
Perché LUI ha cambiato le regole del gioco, mostrandole la verità.
Un erotico, un thriller, un noir, una storia d’amore.
E’ un odore che non ho mai sentito prima.
E’ un odore che ti rimane impresso nel cervello.
E’ un odore che può farti impazzire.
E’ un odore che brucia.
E’ un odore che risana le ferite.
E’ un odore che…
E’ l’odore della bestia.
…l’odore della bestia, che tanto attrae, quanto…

Ero in un ristorante italiano sulle rive del fiume Hudson, festeggiavo il compleanno del mio amico Ernest.
Non ricordo altro, se non che svegliandomi mi sono ritrovata chiusa in una stanza.
Sono stata obbligata a spogliarmi. E questa è la mia storia.
Negli ultimi tre anni, erano scomparse due ragazzine, nel distretto di Brooklyn,
le zone di appartenenza non erano distanti dal mio quartiere, ma non avevo mai pensato che potesse capitare a me.
Non si può vivere una vita nel terrore di tutto… e invece sbagliavo.
Lo facciamo tutti. Pensiamo sempre che l’altro non sia tu.
Meglio un sano terrore che il panico vero, vissuto in prima persona e sulla propria pelle.
“Hai commesso uno sbaglio” penso tra me, esultando. “Ernest ha visto il tuo volto, ti staranno cercando ovunque, a quest’ora.”
Raddrizzo le spalle, affrancata da questi particolari che possono fare la differenza.

«Non contarci, è impossibile ritrovarti in Russia» risponde al pensiero.
Mi chiamo Miriam Sandlers e ho perso la voglia di lottare.
Mi chiamo Miriam Sandlers e la bestia sta vincendo.

Recensione

Miriam Sandler, una bellissima giovane ragazza Newyorchese, viene rapita e confinata in un antico maniero in Russia. Il suo carnefice abusa di lei col volto coperto da una maschera, così come nella vicenda narrata da Apuleio, Psiche, mortale dalla bellezza eguale a Venere, diventa amante di Amore-Cupido senza tuttavia sapere chi egli sia, infatti le si presenta solo nell’oscurità della notte. E come Psiche, Miriam si innamora del Mostro, il suo carnefice, dotato di un fisico mozzafiato, e capace di portarla come nessun altro in estasi. Infatti a nulla valgono i tentativi di resistenza della ragazza, i conflitti interiori dettati dall’ educazione cattolica che ha ricevuto dai genitori, non riescono a trattenere il fiume in piena delle sue emozioni.

Ma improvvisamente, come in un sogno, Miriam si sveglia nel suo letto e stenta a credere a ciò che le è successo, dubitando persino di avere vissuto quell’esperienza. Non fosse per quel piccolo filo che penzola, tra le sue gambe, segno evidente che è tutto vero!

E una tarlo si insinua nella sua mente e la sprona a cercare di scoprire il disegno del Mostro. Perché la verità è terrificante, come la scoperta dell’altro volto del suo fidanzato Ernest.

Un erotico, un thriller, un noir, una storia d’amore, e un senso di disagio dettato da una domanda: chi sono in realtà i mostri?

voto 4/5

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sandra Rotondo ha detto:

    Ti ringrazio, Chiara, per il tempo che hai dedicato alla storia del Mostro. E per le tue parole.
    Sandra Rotondo

    Piace a 1 persona

    1. Chiara Barfuffaldi ha detto:

      Grazie a te a ai tuoi romanzi avvincenti

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.