La signora dello Zoo di Varsavia #Film

la_signora_dello_zoo_di_varsavia_2017

spirato alla storia vera di Jan e Antonina Zabinski, La signora dello zoo di Varsavia è un racconto di eroismo civile in tempo di guerra, e insieme una dichiarazione d’amore per la natura e gli animali.
Sul finire del 1939, le truppe naziste bombardano la capitale polacca, riducendo il famoso zoo a un cumulo di macerie. Il direttore della struttura e sua moglie (Jessica Chastain) assistono impotenti all’occupazione del Paese e alla costruzione del ghetto ebraico. Ma con l’inizio delle deportazioni, nel 1942, la coppia si mobilita per nascondere intere famiglie di Ebrei all’interno del giardino zoologico, mascherato da allevamento di maiali. La villa degli Zabinski e le vecchie gabbie ancora intatte diventano un rifugio segreto al riparo dai feroci nazisti. “La casa sotto la folle stella”, com’era chiamato lo zoo al tempo del suo massimo splendore, viene ricordata per aver salvato circa trecento Ebrei dal genocidio.

  • DATA USCITA: 
  • GENERE: Drammatico
  • ANNO: 2017
  • REGIA: Niki Caro
  • ATTORI: Jessica Chastain, Daniel Brühl, Johan Heldenbergh, Iddo Goldberg, Shira Haas, Michael McElhatton, Marta Issová, Goran Kostic, Arnost Goldflam, Martin Hofmann
  • PAESE: USA
  • DURATA: 127 Min
  • DISTRIBUZIONE: M2 Pictures
  • SCENEGGIATURA: Angela Workman
  • FOTOGRAFIA: Andrij Parekh
  • MONTAGGIO: David Coulson
  • MUSICHE: Harry Gregson-Williams
  • PRODUZIONE: Scion Films, Czech Anglo Productions, LD Entertainment, Rowe / Miller Productions

Compra libro originale su Amazon

Voto 5/5

Uno dei Film più belli e toccanti sul periodo del genocidio degli Ebrei. La storia sta riportando alla luce i fatti realmente accaduti e vederli in una pellicola è quasi come sentirli sulla propria pelle. E’ inoltre uno dei modi migliori per rendere immortali questi fatti, oltre che rendere omaggio agli Zabinski, che tanto hanno rischiato ma che molto altro hanno dato.

Citazioni

Quasi in 300 vennero nascosti nello zoo di Varsavia durante l’occupazione tedesca. Alcuni rimaseno anni, altri solo poche notti. Due ospiti Rosa Anzelowna e la Madre furono uccise dopo il trasferimento in una pensione a Varsavia. Tutti gli altri sopravvissero. Due decenni dopo Antonina e Jan Zabinski furono riconosciuti “Giusti fra le Nazioni” e Yan Vashen, in Israele, un onore conferitogli per aver difeso e protetto gli ebrei durante la guerra. Lutz Heck tornò a Berlino dove il suo zoo era stato distrutto dalle forze alleate. Il suo progetto di ricreare gli Uri fu un fallimento. La città di Varsavia fu distrutta dai Tedeschi e poi dalle forze russe. Vi rimase meno del 6% della popolazione, ma gli Zabinski ricostruitono il loro zoo. Lo zoo di Varsavia è aperto ancora oggi.

Trailer


Articoli correlati:


Libri riguardanti l’Olocausto:


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.