Quattro amiche e un paio di jeans [1] di Ann Brashares #Recensione

55410

Quattro amiche per la pelle – Lena, Tibby, Bridget, Carmen – e un’intera estate da passare separate. Che sciagura. Poco prima di partire, però, Lena e le altre trovano in un negozio dell’usato un paio di jeans magici che, miracolo!, stanno benissimo a tutte. E allora perché non spedirseli per indossarli a turno, ognuna nel posto in cui trascorrerà le vacanze? Sarà come essere sempre tutte insieme, dopotutto. La prima estate delle quattro amiche e dei loro Pantaloni Viaggianti, che hanno conquistato le giovani lettrici di tutto il mondo.

Il primo capito della saga dei Pantaloni Viaggianti ideata da Ann Brashares e che tutte noi conosciamo per le versioni cinematografiche con:

  • Amber Tamblyn: Tibby Tomko-Rollins
  • Alexis Bledel: Lena Kaligaris
  • America Ferrera: Carmen Lowell
  • Blake Lively: Bridget Vreeland

Dalla saga sono stati estratti 2 film: 4 amiche e un paio di jeans 1 e 2.  Il primo tratto dal primo Romanzo e l’ultimo dal quarto (Per Sempre in Blu).

c_54_schedaevento_4042_upiapertura

In seguito l’autrice ha poi deciso di proseguire la storia con 2 Romanzi:

  • 2009 — Tre salici. L’amicizia è per sempre (3 Willows: The Sisterhood Grows)
  • 2011 — Quattro amiche per sempre (Sisterhood Everlasting)

Di cui però non è ancora stata fatta una versione cinematografica.

Tornando al Libro in questione, ci troviamo di fronte un libro semplice, e abbastanza scarno. Gli sceneggiatori del primo Film hanno infatti dovuto scrivere molto per estrapolarne una pellicola di tale successo. E’ probabile che l’autrice ai tempi non credesse particolarmente in questa idea perché la storia non è particolarmente sviluppata. Credo però che avendola poi continuata in tanti Romanzi sia riuscita a trovare un filo conduttore con molto potenziale.

Se amate il Film amerete il Libro? Non saprei. Sono presenti troppe diversità tra Romanzo e pellicola, ma io personalmente l’ho apprezzato e spero di poter presto continuare a leggere di Tibby, Lena, Carmen e Bridget. Vi lascio con alcune citazioni prese dal testo ❤

C’era una volta un paio di pantaloni. Un paio di quelli essenziali: jeans, e blu, naturalmente, ma non quel blu tutto d’un pezzo, troppo nuovo, che si vede così spesso il primo giorno di scuola. Era un blu morbido, non uniformo, con un pizzico  di scoloritura alle ginocchia e sul sedere e qualche ricciolo di filo bianco all’orlo.

Noi quattro, Vere Amiche, decretiamo le regole che governano l’uso dei Pantaloni Viaggianti:

  1. Non laverai mai i Pantaloni
  2. Non li porterai mai con i risvolti in fondo: i risvolti sono fuori moda e lo rimarranno sempre, nei secoli dei secoli.
  3. Non pronuncerai mai la parola “ciccia” al cospetto dei Pantaloni e mai penserai “sono grassa” mentre Li indossi.
  4. Non permetterai mai a un ragazzo di sfilarti i Pantaloni ( ma potrai sfilarteli da sola in sua presenza).
  5. Non ti metterai mai le dita nel naso mentre indossi i Pantaloni, ma ti sarà concesso di darti una grattatina disinvolta alle narici quando proprio muori dalla voglia di metterti le dita nel naso.
  6. Al momento della nostra riunione, dovrai seguire le procedure previste per documentare il periodo in cui hai portato i Pantaloni: Sulla gamba sinistra scriverai il posto più eccitante in cui sei stata mentre li indossavi. Sulla gamba destra scriverai la cosa più importante che ti è successa mentre li indossavi (per esempio “mentre indossavo i Pantaloni Viaggianti ho baciato il mio secondo cugino Ivan”).
  7. Dovrai scrivere alle tue Vere Amiche durante tutta l’estate, per quanto tu possa divertirti da pazzi anche senza di loro.
  8. Passerai i pantaloni alle tue Vere Amiche secondo lo schema prestabilito dalle Vera Amicizia. Il mancato adempimento alla tale regola comporterà una severa sculacciata dopo la nostra riunione.
  9. Non indosserai i Pantaloni con la cintura nè infilzandoci dentro la maglietta. Vedi regola n° 2
  10. Ricorda: Pantaloni=Amore. Ama le tue amiche. Ama te stessa

Forse la felicità dipende solo dall’insieme di piccoli dettagli positivi che capitano a ciascuno durante il giorno. […] Forse a ciascuno è assegnata un’identica quantità di felicità al giorno.

 

Annunci

One thought on “Quattro amiche e un paio di jeans [1] di Ann Brashares #Recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...