Recensione “Il trono di spade” Il Regno Dei Lupi – La Regina Dei Draghi: Vol. 2 di George R. R. Martin

Nel cielo dei Sette Regni, travolti da una guerra devastatrice, compare una cometa dal sinistro colore di sangue. È l’ennesimo segno di immani catastrofi che si stanno preparando? L’estate dell’abbondanza sembra ormai definitivamente passata, e ben quattro condottieri si contendono ferocemente il Trono di Spade. Intanto al di là del mare caldo l’orgogliosa principessa in esilio Daenerys Targaryen, è pronta a rischiare tutto per la corona che le appartiene di diritto. Solo per lei, forse, la cometa di sangue non è un presagio di tragedia ma l’araldo della riscossa. Questa edizione presenta in un volume unico “Il regno dei lupi” e “La regina dei draghi”, corrispondente al Libro secondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, così come concepito dall’autore.

Annunci

Titolo: Il trono di spade, Il Regno Dei Lupi – La Regina Dei Draghi: Vol. 2
Autore: George R. R. Martin

Editore: Mondadori
Genere: Fantasy
Data pubblicazione: 30 Maggio 2016
Voto: 5/5

Classificazione: 5 su 5.

Cartaceo -> 17€ | Ebook -> 7,99€

Recensione

Ben tornati lettori, oggi vi parlo del secondo volume della Serie del Il Trono di Spade.

Re Joffrey sta crescendo, circondato da servitori furbi e fedeli, costretto da una madre a compiere scelte che lo porteranno verso la gloria o verso la morte. Inoltre nel regno sta diffondendosi una voce maligna, una voce che lo vorrebbe figlio di un incesto. Sansa deve sottostare ai sotterfugi di Joffrey, pena la morte. O forse peggio. Arya è fuggita, un breve sollievo prima di essere scaraventata in una via di fuga e di morte, una via all’apparenza interminabile. Daenerys è in fuga, il suo popolo non ha un re e ha fame, il suo potere vacilla giorno dopo giorno, i draghi sono deboli e non sa come fare per svolgere al meglio il proprio ruolo di regina. Tyrion Lannister troverà amore e morte. Forse non in quest’ordine, ma la sua vita subirà mutamenti a dir poco drastici. Jaime rimarrà prigioniero di Robb Stark, divenuto signore di Grande Inverno. Una carica pesante, decisioni difficili ma una sete di potere che lo porterà a scontrarsi con una vita che non aveva mai conosciuto. I suoi fratelli rischieranno la vita nella loro casa che prima era inespugnabile, una casa che vedrà capovolgimenti di fronte. Oltre la Barriera, Jon Snow cercherà una risposta alla scomparsa di suo zio Benjen. E, come tutti, vedrà la cometa rossa solcare i cieli del regno. Una cometa che può significare una cosa soltanto.

Annunci

Proseguono i giochi di potere ideati dalla geniale mente di George R. R Martin. E’ incredibile come l’autore abbia creato un qualcosa che va oltre le meravigliose pagine dei suoi libri, divenuto ormai un vero e proprio fenomeno di costume.

Il libro mantiene le promesse del predecessore. Anzi, v’invoglierà ancora di più a scoprire i destini della miriade di personaggi creati dallo scrittore. Personaggi che incontreranno potere e gloria, fame e disperazione, gioia e morte. In quali misure? Tocca a voi scoprirlo.

Annunci

Un altro punto a favore di questo fortunato libro anzi saga è la totale assenza di un vero eroe. Nessuno dei personaggi compie atti solo a fin di bene, c’è chi rapisce, chi uccide, chi si da ai piaceri carnali. Insomma tutto ciò porta all’assenza del cosiddetto eroe senza macchia. Questo è un elemento di novità poiché possiamo finalmente immedesimarci in personaggi umanizzati e nei quali magari riuscire a rispecchiarci parzialmente.

Altro grandissimo elemento a favore del libro di Martin sono i personaggi che vengono caratterizzati in modo perfetto e a volte anche in maniera maniacale con tendenze a sottolineare alcuni elementi cardine delle loro personalità. Da qui passiamo direttamente allo stile di scrittura che è molto cristallino, leggero e veloce.

Annunci

Passando ai colpi di scena, vi troviamo il vero punto di forza della serie, la totale incertezza delle vicende e il continuo susseguirsi di morti inaspettate e di eventi inattesi, come la nascita dei draghi dopo centinaia di anni dalla loro scomparsa.
Insomma un libro che tesse la sua ragnatela lentamente ma con estrema maestria fino a far cadere il lettore nella trappola e intrappolandolo definitivamente nell’inverno che è alle porte.

Un fantasy che con le sue 900 pagine, è talmente ricco di avvenimenti da poterne scrivere per giorni, ma che si legge con estrema velocità e facilità. Consigliatissimo.

Voto 5/5

Annunci

ULTIMI ARTICOLI

Recensione “L’album di famiglia” di Valentina Olivastri

Nulla come la fotografia mostra la realtà per quello che è, ed è proprio per questo che un album di vecchie fotografie di famiglia viene tenuto gelosamente nascosto per molti anni, fino a quando il caso lo fa riemergere e lo trasforma in un formidabile strumento di consapevolezza, capace di mettere in subbuglio un intero…

Eden | Sara Bilotti

Silvia è morta. A Giulia, sua sorella, come ricordo è rimasta soltanto una lunga lettera spiegazzata, che le viene recapitata poco dopo il funerale. Una lettera che la costringe a tornare a un passato doloroso di cui aveva cercato di cancellare la memoria. E che le fa dubitare che Silvia si sia suicidata, come sostiene la…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.