Recensione “La lettrice della stanza 128” di Cathy Bonidan

Un amore impossibile. Un manoscritto perduto tra Montréal e Parigi. L’ostinata indagine di una lettrice.

Tutte le sere, cascasse il mondo, Anne-Lise Briard scivola tra le lenzuola e si lascia cullare dalle pagine di un buon libro. È un momento tutto per lei, un rituale al quale non potrebbe mai rinunciare. Perciò, quando nel comodino di un delizioso hotel della costa bretone trova un vecchio plico battuto a macchina, ne approfitta per rimpiazzare il romanzo che, distratta com’è, ha dimenticato di portare con sé da Parigi. Divorare in poche ore l’anonimo dattiloscritto – una struggente storia d’amore – e lasciarsi sedurre dal piccolo mistero che rappresenta per Anne-Lise sono tutt’uno. Ed ecco che, di colpo, un weekend fin troppo tranquillo si trasforma in un’avventura. Sì, perché a pagina 156 di quel racconto così trascinante è annotato un indirizzo – probabilmente quello dell’autore – al quale Anne-Lise decide di rispedire il malloppo, “con tante grazie per la bella lettura che mi ha regalato, sebbene senza volerlo”. Ricostruire le peripezie e i passaggi di mano che hanno portato il libro fino a lei non sarà facile, ma Anne-Lise si getta nell’impresa anima e corpo. Per scoprire il segreto di una storia capace di toccare il cuore e le vite di quanti la leggono. E trovare il coraggio di scrivere per sé un finale inaspettato.

Titolo: La lettrice della stanza 128
Autore: Cathy Bonidan
Editore: DeA Planeta
Genere: Narrativa Contemporanea
Data di pubblicazione: 4 Febbraio 2020
Voto: 5/5

Cartaceo -> 16€ | Ebook -> 8,99€


RECENSIONE:

Una vota iniziato a leggere questo libro si entra in un mondo nuovo, si entra nel mondo di Anne-Lise, di Sylvestre, di Maggy. Seguiamo lo strano viaggio di questo libro, pieno di risvolti inaspettati, che vi emozioneranno a ogni pagina e vi porteranno a voler sapere sempre di più.

Sono rimasta piacevolmente colpita da questo romanzo, devo dire che non avevo molte speranze, mi aspettavo un libro piatto, che non riuscisse a trasmettere emozioni. Invece non è stato così.

Ho finito questo volume in 3 giorni e una volta svelato il mistero mi sono sentita vuota, continuavo a riguardare il libro in cerca di altre pagine…

Un misto tra emozioni e suspense accompagnerà la lettura che, grazie alla semplicità dello stile, risulterà piacevole e coinvolgente.

Mi ha appassionato e tenuta attaccata alle pagine, in una successione di lettere inizialmente tra sconosciuti, e piano a piano tra una cerchia di amici. Cominci a conoscere e ad apprezzare i loro comportamenti, dalla strana confidenza di Anna-Lise, alla freddezza di Sylvestre, fino al fascino di William.

Consiglio assolutamente questo libro, che in un primo momento potrà sembrarvi banale, ma diffidate delle sensazioni che vi da la trama, e seguite le mie parole!!

Emozionante, suggestivo, avvincente, decisamente da leggere.

Il mio voto è 5/5

Alla prossima recensione, Elisa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.