Recensione "Le meravigliose avventure di un'insegnante precaria" di Anna Maria Arvia

In questo libro, l’autrice racconta la sua personale esperienza da precaria della scuola, che comincia dallo smarrimento che ha seguito la laurea, prosegue con la surreale esperienza della scuola di specializzazione per diventare insegnante e si concentra sulle supplenze vere e proprie che la porteranno, dopo un lungo percorso e svariate esperienze, fino all’approdo al sospirato ruolo. Durante questo itinerario, ha vagato di scuola in scuola, aggirandosi per remoti e talvolta sconosciuti paesi, incontrando personaggi originali e colleghi che contribuiranno alla sua crescita, si misurerà con alunni problematici e imparerà a mettere in atto strategie che permetteranno di modellare in modo migliorativo situazioni problematiche. Largo spazio è dato anche ai rapporti umani che si sono creati con i diversi ragazzi, in particolare quelli disabili, con i quali è fondamentale l’aggancio affettivo per intervenire in modo efficace. Tutta la narrazione è piuttosto fedele ai fatti come si sono verificati, anche se spesso sono messi in rilievo gli aspetti comici di certi avvenimenti. Anche i nomi e le località che compaiono nel testo sono di fantasia, spesso mantenendo un’affinità sonora o lessicale, pur trasfigurata, con quelli reali.

Titolo: Le meravigliose avventure di un’insegnante precaria
Autore: Anna Maria Arvia
Editore:  Indipendente
Genere: Biografico
Data di pubblicazione: 3 Agosto 2018
Voto: 4/5
Link Amazon ->

Recensione

La protagonista ci porta insieme a lei all’interno di questo diario di viaggio. Partendo dal post-laurea, attraverso il corso abilitativo per l’insegnamento, fino alle prime supplenze, per arrivare poi alle esperienze più durature e complesse nel campo nel sostegno.

Per chi avrebbe in mente di approcciarsi al mondo dell’insegnamento, questo testo, è veramente utilissimo. Perché diciamocelo chiaramente, dopo la laurea siamo abbandonati a noi stessi e nulla ci viene spiegato, né tanto meno siamo guidati attraverso questo mondo. La protagonista vive tutto in prima persona ed impara osservando o cercando di capire di sua spontanea volontà come fare al meglio questo difficilissimo lavoro. Per questo trovo sia un testo molto utile a riguardo.

Ho letteralmente divorato il libro, non per la sua facilità, anzi può essere molto complesso da seguire nelle parti che trattano di casi di ragazzi con storie e vissuti atipici. Ma la fluidità e il modo in cui il libro è strutturato, rendano il flusso narrativo molto piacevole. Inoltre non ci si annoia mai, perché trattandosi di un intreccio di storie di vita, il lettore è come trattenuto a “lottare” con la protagonista, vivendo con lei ogni storia e ogni esperienza come se le stesse vivendo in prima persona.

E’ stato molto interessante inoltre, vedere la scuola dall’altro lato della barricata. Tutti noi infatti ci siamo trovati a vederla dai banchi, ma vederla descritta dalla cattedra ha reso una realtà che molto spesso è ignorata o taciuta.

Libro consigliatissimo a chi si trova agli ultimi anni di magistrale e si interroga sul proprio futuro, ma anche a chi magari, vorrebbe dare una svolta alla propria vita e vagliare ogni possibilità di scelta. Voto 4/5.


Amazon ->

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. annamariaarvia ha detto:

    Grazie per la bella recensione!

    Piace a 1 persona

    1. Muaty ha detto:

      grazie a te per la fiducia 😊

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.