Recensione “I Grandi Eroi Della Montagna” di Pietro Garanzini e Rossella Monaco

Uomini e donne che si sono distinti sulle vette più alte del mondo, superando i limiti umani
Il rapporto dell’uomo con la montagna è antichissimo. La montagna, spesso ostile e pericolosa, l’ha protetto dai pericoli, gli ha permesso di cogliere il mondo dall’alto, nel suo insieme, di guardare il cielo e sentirsi più vicino all’infinito. È il luogo in cui l’uomo ritrova sé stesso, spingendosi oltre i propri limiti, nella solitudine delle cime, pur in mezzo ai compagni di cordata. Questo libro è un mosaico di storie di eroi che si sono distinti sulle vette più alte del mondo, realizzando imprese eroiche, salvataggi rischiosi, portando un po’ delle proprie vite sulle montagne che hanno scalato. Uomini e donne che sono rimasti nella storia dell’alpinismo mondiale, di differenti nazionalità ed età, con vissuti e sostrati culturali e sociali anche molto diversi tra loro. Un viaggio indimenticabile alla scoperta di ogni eroe, eccezionale, forte, e capace al tempo stesso di guardare alle proprie fragilità, per superarle con consapevolezza e coraggio.
I ritratti affascinanti degli uomini e delle donne che hanno sfidato l’altitudine e i limiti umani
Tra gli eroi

Titolo: I Grandi Eroi Della Montagna
Autori:  Piero Garantini e Rossella Monaco
Editore:  Newton Compton
Genere: Biografia
Data di pubblicazione: 10 Ottobre 2019
Voto: 3/5
Link Amazon ->

RECENSIONE:

Quando si parla di grandi alpinisti, l’opinione pubblica si divide generalmente in due line di pensiero: coloro che li identificano come degli idealisti , un pò sprezzanti del pericolo,persone poco sensate e l’altra parte che nutre una grande ammirazione per le capacità (fisiche e mentali) e il coraggio che manifestano in ogni impresa e nel modo di vivere. Si potrebbe aprire un dialogo a tempo indeterminato tra le ragioni degli uni e degli altri, ma c’è un aspetto che accomuna entrambe: l’attrazione che suscita ogni scalata , ogni impresa sulle montagne. Il fatto che un essere umano possa riuscire a superare situazioni incompatibili con la vita che siano il freddo,l’aria rarefatta, l’altitudine,la fame, la solitudine e tutti i pericoli ad esse collegati è semplicemente estasiante anche per i più conservatori.

“..La natura è casuale e selettiva e spesso non bastano tenacia e preparazione per arrivare all’obiettivo. Bisogna affidarsi ad altro, riscoprire la nostra parte più istintuale, giocare di branco, avere il coraggio d decidere in pochi istanti…”

Forse è proprio questa parte più animale che non è legata alla sfera razionale che suscita in noi tanta attrazione.

In questo libro vengono raccontati i più famosi alpinisti a partire da fine 800 ad oggi, sono descritti episodi in cui emerge questo aspetto ma non solo: ci sono tante considerazioni che questi protagonisti esprimono in condizioni estreme, molto ponderate.

“…Come ha detto Messner: -L’alpinista è in genere un idealista con i piedi ben piantati a terra-…”

Direi che in poche parole Messner coglie l’essenza di un alpinista .

L’unico aspetto che risulta un po’ dispersivo è l’aver inserito un numero di personaggi molto grande e di conseguenza si rilevano episodi brevi che non approfondiscono le vite di questi grandi personaggi.


Compra su Amazon ->

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.