Recensione “L’analfabeta che sapeva contare” di Jonas Jonasson

Jonasson ci racconta un’avventura straordinaria e scoppiettante, colma di colpi di scena, traboccante di divertito e intelligente umorismo.
Nombeko è una ragazzina molto curiosa che non sa né leggere né scrivere, ma che con i numeri è un vero e proprio piccolo genio.
Grazie all’algebra, si trova catapultata dai sobborghi di Johannesburg nel cuore di un intrigo mondiale, in compagnia di una serie di personaggi eccentrici: un disertore americano leggermente matto, due fratelli gemelli che però all’anagrafe sono una sola persona, tre ragazzine cinesi negligenti, una baronessa coltivatrice di patate, il re e il primo ministro svedesi.

Titolo: L’analfabeta che sapeva contare
Autore:  Jonas Jonasson
Editore: Bompiani
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 9 Giugno 2015
Voto: 3,5/5
Compra su Amazon

Recensione

Capita alle volte di rimanere colpiti da un libro solo a guardarlo da lontano sullo scaffale. Sarà la copertina, le immagini ritratte o i colori, fatto stà che è esattamente quello che mi è capitato.

L’Analfabeta che sapeva contare è un libro al limite della realtà. La protagonista nasce in un ambiente ostile e impara con le unghie e con i denti a farsi strada tra le potenze del globo. La sua intelligenza è fuori dal normale, ma le situazioni che è costretta ad affrontare solo realmente al limite del possibile. Avevo intuito la particolarità del libro dal titolo e dai titoli di altri libri dello stesso autore. Lo stile è veramente molto particolare e non è per nulla identificabile. Si tratta di narrativa contemporanea che sfocia nel tragicomico molto (troppo) spesso. Aggiungo troppo, perché se inizialmente si finisce immersi nel mondo drammatico della protagonista e dei futuri compagni di avventura, si arriva poi ad un punto in cui il contesto e le scelte portate avanti dai personaggi sono talmente assurde da portare il lettore a pensare di non poterne più .

La prima parte del libro la lettura è stata molto veloce e fluida, da metà in poi, purtroppo e a mio rammarico devo dire che ho dovuto obbligarmi a continuarlo proprio per i motivi sopra citati. Ogni capitolo è saturo di fatti insensati che rendono la storia nel suo complesso veramente insostenibile. Nonostante ciò la scrittura è di livello e la capacità dell’autore di far combaciare il guazzabuglio di circostanze surreali è tali, alla fine del libro, da portare il lettore a provare un senso si senerità che cancella le emozioni negative provate precedentemente.

Consiglio il libro e leggerò sicuramente altri titolo dell’autore, perché il suo stile mi ha incuriosita. Metto però in guardia chi vorrebbe approcciarsi al testo riguardo la particolarità, potreste trovare difficoltà a terminarlo, ma vi assicuro che vi capiterà di sbellicarvi dalle risate.

Compra su Amazon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.