Recensione “La stanza delle farfalle” di Lucinda Riley

Alla soglia dei 70 anni, Posy vive ancora a Admiral House, la casa dove ha trascorso la sua infanzia a caccia di splendide farfalle e dove ha cresciuto i suoi figli, Sam e Nick. Ma di anno in anno la splendida villa di campagna è sempre più fatiscente e ha bisogno di una consistente ristrutturazione che Posy, con il suo impiego part-time nella galleria d’arte, non può proprio permettersi. Forse, per quanto sia doloroso abbandonare un luogo così pieno di ricordi, è arrivato il momento di prendere una difficile decisione. Coraggiosa e determinata, abituata a cavarsela da sola ma premurosa e sempre presente nella vita dei suoi familiari, Posy si convince a vendere la casa. Ma è proprio allora che il passato torna inaspettatamente a bussare alla sua porta: Freddie, il suo grande amore, l’uomo che avrebbe voluto sposare cinquant’anni prima e che era scomparso senza dare spiegazioni, è tornato e vorrebbe far di nuovo parte della sua vita. Come se ciò non bastasse, Sam, con le sue dubbie capacità imprenditoriali, si mette in testa di rilevare Admiral House e Nick, dopo anni in Australia, torna a vivere in Inghilterra. Esistono segreti terribili, il cui potere non svanisce nel tempo e solo il vero amore può perdonare. Posy ancora non sa che sono custoditi molto, troppo, vicino a lei.

Titolo: La stanza delle farfalle
Autore: Lucinda Riley
Editore: Giunti Editore
Genere: Romanzo
Data pubblicazione: 23 aprile 2019
Voto: 4/5

L’Autrice:

Lucinda Riley è nata in Irlanda e ha esordito come scrittrice a 24 anni. I suoi romanzi sono dei bestseller internazionali che hanno venduto 8 milioni di copie nel mondo e sono tradotti in 39 Paesi. Lucinda vive tra il Norfolk e il Sud della Francia, con il marito e i quattro figli. Per Giunti sono usciti con enorme successo: Il giardino degli incontri segreti (2012), La luce alla finestra (2013), Il segreto della bambina sulla scogliera (2013), Il profumo della rosa di mezzanotte (2014), L’angelo di Marchmont Hall (2015), Il segreto di Helena (2016) e i primi due volumi di una saga di sette libri, Le Sette Sorelle (2015) e Ally nella tempesta (2016). La saga diventerà una serie TV prodotta a Hollywood.

Recensione:

“La stanza delle farfalle” è il libro grazie al quale ho conosciuto Lucinda Riley e il suo stile di scrittura che da subito mi ha colpita.

La storia di Posy ci viene raccontata a partire dalla sua infanzia, passata nelle campagne di Southwold nel Suffolk. Qui, nella splendida villa di Admiral House, Posy viveva con il padre Lawrence, un botanico che con l’inizio della guerra era diventato pilota di Spitfire, e con la madre Adriana che era stata una cantante a Parigi.

Nello splendido giardino di Admiral House Posy e il padre si divertivano a catturare le farfalle che poi Lawrence portava nella torre per studiarle. Proprio nella stanza delle farfalle, in quella torre dove Posy non era mai più entrata, per tantissimi anni si era celato un terribile segreto.

Come solito di Lucinda Riley, grazie a un salto temporale ritroviamo una Posy alla soglia dei 70 anni.

Posy adesso vive da sola nella sua Admiral House dove ha cresciuto i suoi due figli dopo la morte del marito.

In tutti quegli anni Posy si è sempre presa cura della casa e dei ricordi che essa conteneva, ma con il passare del tempo questa e il giardino richiedevano sempre più tempo e lavoro. Così, a malincuore, Posy aveva iniziato a pensare di abbandonare la casa della sua infanzia.

Nonostante Posy sia la protagonista di questo libro l’autrice si sofferma anche sulle vite dei suoi due figli.

Sam, il più grande dei due, vive a Londra con la moglie Amy e i loro due figli. Non ha mai avuto molta fortuna con il lavoro, e adesso dopo una serie di progetti non andati in porto Sam e la sua famiglia si ritrovano a vivere in una piccola casa contando solo sullo stipendio di Amy.

Nick a differenza del fratello è riuscito ad avviare la sua attività, ma dopo più di dieci anni passati in Australia ha deciso di tornare a casa.

Nel frattempo nella vita di Posy e dei suoi figli fanno ingresso nuovi personaggi e altri riemergono dal passato.

È il caso di Freddie, il più grande amore della gioventù di Posy che adesso ritorna nella sua vita portando con sé un segreto che custodiva da quando l’aveva lasciata, molti anni prima, senza un apparente motivo.

Nick una volta arrivato a Londra conosce Tammy e tra i due c’è subito un colpo di fulmine ma anche Nick nasconde un segreto, il motivo per il quale è tornato in Inghilterra e che adesso dovrà svelare a Tammy e alla sua famiglia.

Promettimi che quando troverai l’amore, lo prenderai al volo e non lo lascerai più andare.

La lettura di questo libro è stata piacevole e molto scorrevole. Lo stile di scrittura di Lucinda Riley è semplice ma allo stesso tempo pieno di dettagli. Attraverso una serie di flashback l’autrice riesce a farci rivivere la vita di Posy e a capire tutto ciò che è successo durante la sua infanzia e la sua gioventù. I segreti e i colpi di scena riescono sicuramente a catturare l’attenzione del lettore; Freddie, Nick, Sam, Any, ognuno di loro nasconde un segreto eppure quello più importante è rimasto per quasi 60 anni sotto lo sguardo di Posy proprio nel giardino della sua amata Admiral House.

L’unico difetto che non posso fare a meno di precisare è che l’autrice si è soffermata poco su alcuni personaggi. Magari qualche personaggio poteva essere approfondito meglio, ma nel complesso si tratta comunque di un libro che ho letto con molto piacere e non posso che consigliarvi.

Il mio voto per questo libro è 4/5!

Alla prossima recensione!


Compra su Amazon

Rimani aggiornato sulle ultime uscite

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.