Intervista al Soprano Erica WenMeng Gu: dagli inizi in Cina al “Festival Verdi” del Teatro Regio di Parma

il

Nata il 4 settembre 1992 a Chengdu (Repubblica Cinese) da una famiglia di musicisti, ha iniziato a studiare canto con suo padre, per poi intraprendere gli studi presso il Conservatorio di Shanghai sotto la guida di Xuan Huang e ottenere nell’anno 2016 il Master. Nel 2017 si è trasferita in Italia per continuare gli studi presso il Maggio Musicale Fiorentino, dove ha frequentato il corso di perfezionamento tenuto dalla celebre soprano Fiorenza Cedolins, con la quale continua tutt’ora gli studi di canto. Erica è risultata inoltre vincitrice di numerosi concorsi: 1° classificata nelle selezioni per l’Accademia del Verdi Festival-Teatro Regio di Parma, Premio al migliore giovane esibitosi al Concorso Internazionale di Canto Lirico Bellano Paese Degli Artisti, Premio Speciale al Concorso Internazionale Fiorenza Cossotto a Bologna, 1° Premio al Teatro Fraschini di Pavia in occasione del XXII Concorso Voci Nuove

More info ->


Salve Erica, la ringraziamo per aver accettato di essere intervistata da muatyland.com, iniziamo chiedendole, come e quando si è avvicinata allo studio della Musica?

Ho iniziato a studiare pianoforte quando avevo cinque anni. Mi è capitato di sentire “Oh mio babbino caro” cantata da Maria Callas su CD a casa e poi non ho potuto fare a meno di canticchiare insieme. Più tardi ho iniziato ad ascoltare con passione l’opera italiana. Ho iniziato a studiare  canto con mio padre, un tenore ed io lo ascoltavo insegnare ai suoi studenti da quando ero piccola e da allora sono stata determinata ad imparare l’opera italiana. . A 17 anni sono entrata al Conservatorio di Musica di Shanghai e ho iniziato a cantare. Ero determinata a fare la carriera, proprio come mio padre.



Quando si approccia ad un nuovo spartito, come organizza lo studio dal punto di vista drammaturgico, interpretativo e musicale? Come crede che questi fattori debbano influenzarsi ed interagire tra loro per una migliore esecuzione?

Quando imparo un nuovo ruolo, devo capire l’affresco complessivo: il carattere del personaggio e la storia dell’opera, la biografia del compositore ed il mileu culturale da cui esso ha tratto ispirazione.. Ma per noi stranieri, la cosa più importante è chiarire il significato di ogni singolo lemma e del testo complessivo, non solo dal significato letterale, ma anche del sottotesto. Di solito dobbiamo fare particolarmente attenzione alla pronuncia e alle consuetudini della lingua italiana, compreso il significato logico ed il tono, nozioni che solo i grandi Maestri Italiani possono sapere perché derivano da una conoscenza profonda della cultura italiana della letteratura, della poesia e delle tradizioni interpretative dell’Opera,  tramandate oralmente da musicista in musicista.

Dopo aver imparato bene lo spartito, proseguo lo studio con la mia Maestra di Canto, Professoressa Fiorenza Cedolins e con il Maestro di spartito per perfezionare la tecnica, la pronuncia, lo stile musicale, l’interpretazione ed altri aspetti dell’apprendimento efficace. Come cantante professionale la capacità di apprendimento rapida e precisa è qualità fondamentale.


Il suo ruolo preferito e perché? Quale ruolo invece le piacerebbe affrontare in un prossimo futuro?

Attualmente sto interpretando  “La Traviata” ad EmpoliGrossetoPerugia in Italia. È uno dei miei personaggi preferiti ed è anche la prima opera che ho visto da bambina in video con Stratas e Domingo. Quando ero bambina, pensavo che i protagonisti maschili e femminili fossero troppo belli. Volevo anche essere una protagonista femminile. Più tardi, quando sono cresciuta e ho letto le opere originali di Dumas, ho capito il personaggio e ho scoperto che Violetta è come una camelia, un fiore stupendo che appassisce in un solo giorno. Come donna, ho pianto dopo aver letto il romanzo e quando ho interpretato il ruolo, mi sono davvero immedesimata. soffrendo per l’ingiustizia del destino di Violetta.

Mi piacciono molto le opere italiane, specialmente quelle di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini. Spero di avere la possibilità di interpretare di Verdi Gilda del RigolettoLuisa MillerLeonora de Il Trovatore e di Puccini Mimì nella BohemeMagda ne La Rondine, Liù nella Turandot e in futuro Madama Butterfly e così via, ma anche il repertorio francese, specialmente Manon di Massenet e di Gounod  Marguerite nel Faust e Juliette … Mi piacciono troppi ruoli! Come cantante professionista, la ricerca dei ruoli è infinita ma ci vuole tempo perché la voce maturi per alcuni ruoli, specialmente non troppo presto per interpretare quelli drammatici. I cantanti professionisti devono sapere come proteggere le loro voci e avere piani a lungo termine per la loro carriera.


Opera preferita? Ha un autore che sente più affine a se?

L’opera di Verdi mi ha dato l’impatto emotivo piu forte. Ventisei opere sono state create nella sua vita. Mi colpisce soprattutto come usa i toni popolari italiani, e, attraverso le pagine scritte per i solisti, il coro e la ricchezza dell’orchestrazione, è stato capace di raffigurare il desiderio, il carattere e il mondo interiore del popolo vivamente e vividamente. A causa del suo forte potere emotivo, è diventato uno dei più popolari compositori d’opera del mondo. Ogni opera di Giuseppe Verdi mi piace molto ma la mia preferita è La Traviata

Personalmente, sono pieno di coraggio nell’amore. Anche se so che le posso perdere alla fine, spero comunque che le persone che amo saranno felici.  Mi sacrifico volentieri per il bene del mio amore! 


Qual è l’artista vivente che stima di più e perché? E da quale mito del passato si sente maggiormente ispirata?

Apprezzo tanti artisti. Ammiro molto mio padre. Mi ha insegnato molto sulla vita, non solo la ricerca della musica e dell’arte, ma anche la ricchezza spirituale.

I veri artisti sono avvicinabili, amano la vita, affrontano le difficoltà della vita con coraggio e ottimismo e sono pazienti ed entusiasti con tutte le persone. Apprezzo il loro spirito di perseguire l’arte, il loro amore per la vita, la loro comprensione e il loro sentimento d’emozione e il loro nobile atteggiamento a livello spirituale.


Nel 2017 si è trasferita in Italia per continuare gli studi presso il Maggio Musicale Fiorentino, dove ha frequentato il corso di perfezionamento tenuto dalla celebre soprano Fiorenza Cedolins. Come questa esperienza ha arricchito il suo percorso di studio?

Nel mese di maggio 2017, il famoso Soprano Italiano Fiorenza Cedolins è venuta a Firenze all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino per tenere una Masterclass di tecnica ed interpretazione. Sono stata fortunata a conoscerla perché lei ha intuito il mio talento e mi ha incoraggiata molto. In quel momento ero appena arrivata  in Italia, non parlavo bene l’italiano e mi sentivo straniera e quindi non ero rapida nell’imparare. A volte anche mi sentivo sfiduciata. Poi la Maestra Cedolins mi ha detto che poteva aiutarmi a imparare, a ricostruire la fiducia in me stessa e a prendermi cura di me nella vita. A poco a poco mi sono adattato alla vita e al lavoro in Italia, ho riacquistato la fiducia in me stessa e sono diventato sempre più brava nel canto. Insieme al suo manager e marito Filippo Militano, mi ha anche incoraggiato a partecipare a varie concorsi, audizioni, e anche se ci sono molti fallimenti mi ha sempre incoraggiato a modificare la mia mente per affrontare la prossima sfida. Mi ha detto che non aveva vinto molti concorsi  nella sua carriera, ed aveva sperimentato molti dubbi e critiche, ma era sempre stata ottimista e piena di coraggio. Ho imparato molto da lei, non solo l’abilità nel canto, ma anche l’atteggiamento verso la vita.


Lei è risultata vincitrice a numerosi concorso lirici, tra cui il prestigioso Concorso di Busseto per voci verdiane, in cui si è aggiudicata il 2° Premio e il Premio Speciale. Come è stata tale vittoria?

Mi sto preparando per questo Concorso da molto tempo ed ho scelto i brani riflettendo molto dall’inizio. Spero che ogni brano della competizione possa rispecchiare il mio livello migliore. Quando ho vinto il 1º posto all’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma nel febbraio 2018, ho già iniziato a prepararmi per il 57° Concorso Voci Verdiane 2019. Continuare a imparare dai docenti invitati, discutere e affrontare molti problemi. Una romanza dovrebbe essere eseguito almeno cento volte, ogni volta meglio di quella precedente. I Maestri hanno detto che gli errori non possono essere ripetuti. Così, studiando di nuovo e di nuovo, ho preparato le cinque romanze. Ve ho presentato e che mi hanno fatto vincere. Sono molto felice e commosso di avere vinto un tale premio. Sono orgoglioso dei miei sforzi e ringrazio tutti i Maestri per il loro aiuto. Il mio premio non appartiene solo a me stessa, ma anche a coloro che mi hanno aiutato.


Quali appuntamenti occuperanno il suo calendario prossimamente, può darci qualche anticipazione??

Sono molto felice di debuttare Pisana ne I Due Foscari e di essere la cover di Luisa nella Luisa Miller al Teatro Regio di ParmaVerdi Opera Festival” di quest’anno. Sono tutte le mie opere preferite. È un onore lavorare e studiare con molti artisti eccellenti. Ho una home page pubblica su Facebook dove saranno pubblicate tutte le informazioni sui miei futuri impegni. Il nome della home page è Soprano Erica WenMeng Gu.


Quali aspettative ha per il futuro? Come si vede da qui a 10 anni?

Attualmente, l’opera italiana si sviluppa molto bene in Cina, ad esempio, al NCPA National Centre for Performing Arts a Pechino, si producono molte opere ogni anno. E ora l’amicizia tra Italia e Cina è sancita dalla Via della Seta. Spero di poter essere messaggera della cultura cinese in Italia e della tradizionale opera italiana in Cina. Spero che nei prossimi dieci anni ci saranno molte opportunità di sviluppo e cooperazione.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.