Recensione “I Mari del Sud di Calle dei Fabbri” di Gianfranco Spinazzi

copertina2-imaridelsud

Titolo: I Mari del Sud di Calle dei Fabbri

Autore: Gianfranco Spinazzi

Editore: Tragopano

Genere: Narrativa

Data pubblicazione: Aprile 2014

Voto: 5/5

Cartaceo -> 10


Sinossi

La Cartoleria segna, come le linee della mano, il percorso della vita, e non solo perché il protagonista del racconto è stato studente di scuola d’arte, puntuale acquirente di matite, gomme, colori, pennelli, fogli… C’è dell’altro. Quando si è vecchi, come il protagonista del racconto, non basta la sola deficitaria memoria per raccogliere e ordinare quanto si è vissuto nel bene e nel male. Allora ci si avvale della cartoleria e si acquista il materiale necessario: cartelle, etichette, penne, pennarelli, evidenziatori, colla, graffette… Ogni esperienza vissuta avrà la propria cartella, un colore e un nome che la riassumano. L’uomo è già possessore di una cassettiera a nove cassetti in cui è racchiusa la sua vita, o dovrebbe essere racchiusa se il caos insinuatosi nel corso degli anni non l’avesse troppo aggrovigliata. Bisogna correre ai ripari e cassetto per cassetto mettere ordine.

Recensione

Appena ho preso tra le mani questo libro, non avevo la più pallida idea di cosa ci avrei trovato con un titolo così bizzarro e disorientante.Già addentrandomi tra le prime righe sono rimasta sedotta dall ‘ uso delle parole che fa l’autore,capisci di cosa parla ma non è mai esplicito e questo lo rende un sublime invito all’immaginazione e alla curiosità di avventurarsi più in la e scoprire dove vuole arrivare.

Si può partire da una cassettiera di ben nove cassetti che racchiudono anni di vita per scrivere, cassetto dopo cassetto, un intero libro. Ho amato questo lavoro sin dall’inizio , la scelta e’ stravagante e singolare allo stesso tempo, è ardita perchè il rischio di abbassare l’attenzione del lettore è molto alto ,mancando una trama ” tradizionale”. Ogni cassetto contiene ricordi, foto,articoli di giornale e di vari generi e ciascun oggetto è associato ad un’idea, o un pensiero diverso.

Spinazzi è un giocoliere delle parole, un vero piacere assaporare ,una descrizione o gustare un’emozione o uno stato d’animo nel modo in cui viene servito, il potenziale potere evocativo delle parole diventa manifesto.

Partendo dalla quotidianità, arriva a riflettere e far riflettere su aspetti tanto profondi quanto importanti della vita.

Libro veloce da leggere , consigliatissimo per l’originalità e l’efficacia sia dei contenuti che della forma in cui vengono espressi. Autore da approfondire.

“…Mari del Sud è il colore dei colori,l’essenza sta nella parola, non in una localizzazione geografica.Fondale è sostantivo che designa sia il mare che il palcoscenico.Non è inconsueto chiamare foglio la distesa marina.Chiedi un Mare del Sud e ti farai marinaio.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.