Anastasiya Petryshak “Amato bene”

71omcth5d1l-_sl1200_

Il 19 Ottobre 2018 è stato pubblicato per l’etichetta Sony Classica, il CD Amato bene della violinista ucraina Anastasiya Petryshak con gli Archi dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretti da Luigi Piovano. Nell’incisione sono eseguite le 4 stagioni di Antonio Vivaldi, il Concerto per Violino “Amato bene“, da cui prende il nome il disco e il Concerto per Violino RV 342 in prima registrazione mondiale.

L’incisione è stata fatta con il prestigioso Stradivari “Toscano”.

CD Audio -> 20.90€

Anastasiya Petryshak

Ucraina, 24 anni, enfant prodige precocissima, ha lasciato la madrepatria a soli 11 anni per proseguire gli studi in un paese più stabile e sicuro dell’Ucraina degli anni 2000, ancora luogo dell’eccellenza violinistica mondiale, ma purtroppo tormentata da una guerra civile sotterranea, che male si confaceva alle esigenze di concentrazione e tranquillità necessarie ad un giovane talento per crescere al meglio delle proprie possibilità.

In Italia, sua patria d’adozione, dove si è trasferita con tutta la famiglia, pur nelle mille difficoltà di vedere i genitori costretti a lavori molto più bassi delle loro reali competenze professionali, Anastasiya ha trovato la sua strada e a soli 16 anni è stata ammessa prima all’Accademia Internazionale “Walter Stauffer” di Cremona del Maestro Salvatore Accardo, quindi all’Accademia Chigiana di Siena, poi alla prestigiosissima scuola di Zurigo, iniziando anche un’intensa attività live da New York a Barcellona, con le migliori istituzioni musicali italiane e attraendo, grazie anche ad un’indiscutibile, rara ed apollinea bellezza, le attenzioni di star trasversali come Andrea Bocelli, che la chiama stabilmente nei propri eventi internazionali di charity, della moda, a partire dalla Maison Valentino, e della Tv generalista. Ma anche del Vaticano e di Papa Francesco, che l’hanno voluta nel progetto artistico itinerante “Grande Mistero” per la giornata mondiale della famiglia.

Oggi Anastasiya è anche la violinista che maggiormente lavora nel mondo coi grandi violini storici, patrimoni italiani assoluti di bellezza, maestria e unicità, grazie alla collaborazione stabile con la Fondazione A. Stradivari di Cremona, con il Laboratorio di acustica musicale del Politecnico di Milano e il Laboratorio di diagnostica non invasiva dell’Università degli studi di Pavia. Inoltre, a conferma di questo rapporto con le grandi eccellenze della celeberrima liuteria storica italiana, nel 2016 si è esibita, per concessione straordinaria del Ministero della Cultura, al Teatro Carlo Felice di Genova con il celebre violino “Il Cannone” appartenuto a Niccolò Paganini, eseguendo il Concerto n. 1 per violino e Orchestra di Paganini.

L’album di debutto per Sony Classical la vede lavorare con le assolute eccellenze d’archi dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per un progetto vivaldiano perfetto per esaltarne l’indiscusso virtuosismo, la musicalità innata, il suo amore per il nostro paese e le sue potenzialità di attrattiva su di un pubblico più generalista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.