Recensione “Cuore di tufo” di Giuseppe Chiodi

51103z8u7yl-_sx355_bo1204203200_

Titolo: Cuore di tufo

Autore: Giuseppe Chiodi

Editore: Dark Zone

Genere: Fantasy

Data pubblicazione: 19 Aprile 2018

Voto: 1/5

Cartaceo -> 12,99 € | Ebook -> 2,99 €


Sinossi

Ossessione, superstizione e magia nera. È il vortice in cui sprofonda Pietro Cimmino, il proprietario di un negozio di antiquariato, nel tentativo di riprendersi sua moglie. La separazione l’ha fatto impazzire; l’incontro con Dafne, studentessa beneventana, gli riaccende la fiducia in sé stesso. Ma quella misteriosa ragazza scatena la gelosia della Bella ‘Mbriana, a cui l’uomo è devoto. E quando la piccola Sonia, figlia di Pietro, viene coinvolta dalle forze oscure scoperchiate dal padre, egli varca la linea che separa la realtà dall’immaginazione, la città dal sottosuolo, per salvare lei e sé stesso. Una fiaba dark fatta di riscatto e identità. C’è solo un avvertimento di cui tener conto: non fidatevi del monacello.

Recensione

Era ormai qualche settimana che avevo messo gli occhi su questo libro, vuoi per il titolo o per la trama, ma in qualche modo mi aveva da subito colpita. Ero rimasta basita dalla brevità, ma mi ero detto “insomma, non giudicare prima di leggere” e questo mi sono impegnata a fare. Ora dopo una settimana dalla fine della lettura credo di aver sedimentato abbastanza e di essere pronta a parlarvene.

Molti si staranno chiedendo il perchè io abbia atteso così tanto prima di recensire il libro, ma per chi fa questo come me, sarà ben chiaro. In genere si attende a scrivere quando si è in difficoltá a farlo, come io in questo momento.

Il protagonista è Pietro Cimmino, padre di famiglia molto superstizioso, il quale ha speso e spende molto a causa di questo suo punto debole. La moglie ha un altro e lui vive con la figlia. Ha un negozio di antichitá/antiquariato e proprio qui un giorno, busserá alla sua porta una giovane. Una ragazza bellissima, Dafne, originaria di Benevento e amante delle antichità. Tra i due scoccherà la scintilla della passione e proprio per lei e per la figlia Sonia il protagonista andrà a cercare degli alleati alle forze oscure che le hanno rapite. Credendo di aver scatenato la gelosia della Bella ‘Mriana, varcherà la soglia dell’irrazionale finendo in una realtà molto labile. In questo continuo passaggio dal reale all’irreale il lettore viene sballonzolato da una parte all’altra, finendo per perdere la bussola della storia e nel mio caso, facendo fatica a comprenderne la trama.

Inoltre l’inserimento del personaggio che si fa chiamare Harry Potter e che al momento di utilizziare un’arma da fuoco, urla alcuni degli incantesimi più famosi del maghetto, l’ho trovata una scelta che confondeva ancora di più il lettore.

Sono presenti poi delle scene veramente assurde al limite della comprensione umana, sia riguardo animali che su attività private, ma rese in chiave grottesca e sadica. Non vado più nello specifico per non fare Spoiler. La confusione in cui mi ha portata la storia è tale che ad un certo punto mi ero convinta si potesse trattare di un sogno fatto dal protagonista tale era l’assurdita del tutto. Ma ovviamente non era così.

Una storia che avrebbe potuto essere veramente molto coinvolgente, ma che così è ridotta ad un circo di assurdità che mi portano a dover dare, con rammarico, questa votazione 1/5.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.