Il viaggio continua

Ebbene sì! Non si siamo ancora mossi da New York; non perché sono pigra, ma perché è grande, stupenda, luccicante, divertente e assomiglia di vivere in un film. L’ho già scritto? Va bene lo stesso.

Effettivamente l’America è l’America! Osannata, odiata, invidiata, imitata e che piace tanto. Ma riprendiamo il nostro tour. Cosa possiamo visitare? Le mete sono molte e tutte con delle particolarità, logicamente non esiste niente di antico, preistorico, medioevale. Le più datate sono strutture neoclassiche, palladiane e georgiane. Molte le influenze europee (specie anglosassone) che si fanno sentire e vedere.

Cose importanti prima di partire per gli U.S.: passaporto quello con l’impronta digitale (per intenderci i nuovi passaporti) e la registrazione a VISA/ESTA (se no non potete entrare in America). Una cosa indolore, di pochi minuti e subito disponibile. Attenzione ai siti che vi propongono l’ESTA, il costo ufficiale è di 14$. https://esta.cbp.dhs.gov/esta. Assicurazione medica è importante (facciamo gli scongiuri), ma in America la sanità si paga e cara! Quindi per evitare che vi arrivi a casa, qualche mese dopo, una fattura a 4 zeri meglio se vi fate l’assicurazione prima di partire. I costi variano, ma per fortuna non sono esagerati. Io mi sono rivolta alla Coverwise della AXA (38€ medica+bagaglio), logicamente il prezzo è in base ai giorni di permanenza.

Come dicevo nella prima puntata di questo viaggio il mio consiglio è munirsi di ticket salta-fila per le varie visite ai luoghi più famosi e turistici, quindi in questo post vi segnalo oltre ai luoghi di maggior interesse anche i siti affidabili, dove reperire i vostri biglietti, e delle accortezze. Un appunto se non volete perdere tempo per ricaricare il cellulare ai totem vi consiglio un power bank e continuate la vostra camminata.

 

Iniziamo con la metropolitana: appena arrivati al JFK di New York c’è un bel trenino (senza conducente) che vi porta alla metropolitana di Jamaica. Godetevi il panorama dei quartieri, che vi sfrecciano fuori dai finestrini, e vi accorgerete di sentirvi come immersi in un film. Vi consiglio di fare subito la Metrocard. Le macchinette (in alcune c’è l’italiano) accettano anche carte di credito (anzi vi consiglio di farvi una carta ricaricabile, perché la userete spesso); qui dovrete pazientare, perché ci sono le file.

Appartamento: se avete scelto la soluzione Airbnb (a mio parere la più economica e ottima) allora le vostre istruzioni su dove trovare la chiave l’avete nell’email. Non preoccupatevi per la rete cellulare, in metropolitana c’è la Wi-Fi free, come nei locali e lungo le street.  https://www.airbnb.it/

Hotel: vi sconsiglio vivamente quelli di Chinatown. Per il resto buona ricerca, perché sono molto cari (sapere voi il vostro budget e come volete alloggiare) e quasi tutti nelle zone migliori della città. Come hotel lontano dal centro, io avevo trovato questo Motel 6 Long Island City 26-32 Skillman Ave, Long Island City, New York.

 

Ticket per visite: non potete perdervi la visita alla Statua della Libertà, all’One World Trace Center, al 911 Memorial (questi sono alcuni) o alla Public Library. Vi consiglio il pacchetto che contiene diverse attrazioni. In questo sito così avete le comparazioni https://www.viagginewyork.it/new-york-pass-e-new-york-city-pass/ Io mi sono avvalsa di https://it.citypass.com/ Avvertenze: anche se avete il biglietto salta fila dovete esibirlo al botteghino (Statua della Libertà, 911 Memorial). Inoltre, preparatevi ai controlli con i metal detector e in certi punti anche con i cani poliziotto. Aprite tranquillamente gli zaini e le borse, a random può esserci anche una perquisizione (anche se la cosa è antipatica, ti mettono a loro agio e sono carini) pensate che è per la sicurezza di tutti.

Per Central Park, mio consiglio, prendetevi la giornata. Bello anche lo zoo che trovate al suo interno, il Belvedere Castle e la Bethesda Fountain. Poi godetevi (se non siete troppo stanchi) una bella passeggiata lungo la 5th Avenue.

Pazienza: armatevi di tanta pazienza, specie per la visita alla Statua della Libertà, perché dopo il salta fila, c’è da fare la coda per salire sul traghetto (qui il biglietto non esiste) sia all’andata che al ritorno; stessa cosa per Ellis Island. Premessa: a Ellis Island se volete potete cercare i vostri antenati (logicamente a pagamento).

Mangiare: dopo averci tediato con film e telefilm dove i protagonisti si fermano a comprare un hot dog per strada, ebbene lo possiamo fare anche noi! Pasto decente e veloce. Attenzione al piccante che è davvero piccante (almeno per me).

Per mangiare è bene ricordandosi che siamo in America e quindi il McDonald è totalmente diverso dal nostro (in meglio posso affermare) come il KFC e l’Hard Rock Cafè. Vi consiglio lo Shake Shark (in Italia ahimè non c’è) https://www.shakeshack.com/ a mio parere sublime. Se necessitate di una pasta (da buoni italiani) vi indirizzo a Little Italy, non è propriamente come essere a casa con una buona carbonara o un ragù, ma il nostro fabbisogno è salvo. Ci sono molti ristoranti italiani a New York specie nel centro della city, vi annuncio che sono caretti e non trovare la qualità italiana vera.

 

Farmacia: se avete mal di testa non preoccupatevi, ci sono farmacie a ogni angolo, anzi meglio dire che sono devi veri centri commerciali aperti anche di notte. Per i farmaci comuni non serve la ricetta (come da noi), quindi se avete necessità di un certo rilievo, vi conviene portarvele da casa con al loro seguito una prescrizione del vostro medico (con traduzione, per la dogana). Come dicevo le farmacie sono un’orgia al farmaco, non troverete come da noi scatoline da 6 o 12 pastiglie, ma confezioni da 100 (non scherzo!). Che vi devo dire? È tutto BIG!

 

See you soon!!!

Annunci

2 pensieri su “Il viaggio continua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.