Recensione “Un imprevisto chiamato amore” di Anna Premoli

51xiw2bgthgl

Titolo: Un imprevisto chiamato amore

Autore: Anna Premoli

Editore: Newton Compton

Genere: Romanzo rosa

Data pubblicazione: 27 Aprile 2017

Voto: 4/5

Link Amazon


Oggi vi propongo la recensione del romanzo “Un imprevisto chiamato amore” di Anna Premoli, autrice del bestseller “Ti prego lasciati odiare”.

L’autrice

ANNA PREMOLI È nata nel 1980 in Croazia e vive a Milano, dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari alla Bocconi. La scrittura è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza. Ti prego lasciati odiare è stato autopubblicato in ebook nel 2012 ed è stato il libro fenomeno del 2013: è stato per mesi ai primi posti nella classifica, i diritti cinematografici sono stati opzionati dalla Colorado Film e ha vinto il Premio Bancarella. I suoi romanzi sono tradotti in diversi Paesi. Con la Newton Compton ha pubblicato diversi romanzi rosa, ognuno diventato un grande successo.

Sinossi

Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo..

Recensione

“Prima o poi la bellezza sarebbe svanita e per allora era fondamentale che io fossi diventata a tutti gli effetti la signora moglie di un uomo molto ricco e rispettato. Anzi, di un medico molto ricco e rispettato.”
Per Jordan la vita non è mai stata una passeggiata. Quando si trasferisce a New York il suo piano è sposare un ricco medico che potrebbe darle la sicurezza economica che le serve. La madre di Jordan è malata di Alzheimer e ormai non riconosce più la figlia, le cure costano molto e la famiglia non ha abbastanza soldi, così Jordan decide di sfruttare la sua bellezza per sposare un uomo ricco, prima che questa svanisca.
Inizialmente ho trovato Jordan egocentrica e vanitosa, contava troppo sulla sua bellezza e sminuiva sempre la sua inteligenza. La sua idea di sposarsi solo per interesse era contro tutti i miei principi sull’amore. Però, andando avanti nella lettura, ho iniziato a comprendere che la sua vita non era mai stata facile, aveva avuto tante difficoltà e sperava che sposando un ricco medico la sua vita sarebbe stata finalmente stabile.
“devo essere morta per forza e gli angeli devono aver avuto compassione di me perché la testa scura e riccioluta che mi pare di intravedere è così ben proporzionata e così attraente da essere quella di un angelo. Nessun’altra spiegazione possibile. Aveva ragione la nonna, dopotutto, quando blaterava di un mondo ultraterreno…”.
Rory è un giovane medico di bell’aspetto, la prima volta che Jordan lo vede pensa sia un angelo. I suoi piani e la sua idea di matrimonio sono molto diversi da quelli di Jordan. Rory, infatti, vuole accanto a sé una donna intelligente e in carriera.
I due si incontrano per la prima volta quando Jordan si sente male mentre lavora alla caffetteria vicino all’ospedale. Rory la soccorre e le presterà poi dei soldi per pagare le spese per le cure che riceve in ospedale. Tra i due inizialmente nasce una grande amicizia, Rory non è il medico che Jordan cerca, è troppo giovane e non è ricco. Ma nessuno dei due riuscirà a frenare a lungo i propri sentimenti, l’amicizia diventerà presto amore.
Questo libro mi è piaciuto davvero molto, la storia d’amore tra Rory e Jordan è molto coinvolgente, ho adorato il pizzico di ironia nel racconto e ho apprezzato che tramite questa storia l’autrice ci fa riflettere su una tematica molto importante, la sanità in America. La lettura è stata leggera e scorrevole, ho apprezzato il doppio punto di vista e il fatto che l’autrice abbia raccontato la storia attraverso le parole e i pensieri di entrambi i protagonisti. Anche questa volta la Premoli non mi ha deluso! consiglio vivamente anche questo suo libro.
Il mio voto: 4/5
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.