Valigie pronte e parto… ma per dove?

Estate tempo di vacanze e viaggi! Dove andare?

Una domanda che tutti si pongono in un certo periodo dell’anno, magari quando fuori piove o nevica e si ripensa con nostalgia alle vacanze fatte parecchi mesi prima. Il tempo sembra non passare, mentre si saltella tra una pozzanghera e l’altra, invece passa… eccome se passa. Trascorre così velocemente che a un certo momento viene il panico per non aver ancora deciso la meta futura. Allora ecco che ti assale quella voglia irrefrenabile di lasciare il lavoro e fiondarti nella prima agenzia di viaggi.

Amo viaggiare, adoro il pensiero di preparare la valigia e guardare sul calendario la data segnata con una X che mi porterà, per qualche giorno, lontano da casa. La mia destinazione preferita? Stati Uniti d’America.

Qualcuno potrebbe dire: che noia!

Invece, cari lettori no! Nessuna noia, nessuna vacanza già fatta, nessuna città identica all’altra.

Partiamo per questo viaggio virtuale.

Sono stata molte volte in America, ma la conosco anche perché le città americane: New York, Nashville, Washinton e St. Louis sono le location dei miei romanzi. Ho amici in queste città e ogni volta che visito queste metropoli mi perdo nella loro vastità verticale e orizzontale. Ormai è una consuetudine camminare con il naso all’insù.

Non chiedetemi una scala di preferenze, ogni destinazione ha la sua peculiarità, la sua storia, la sua bellezza e le sue tradizioni. Ve lo garantisco!

 

New York è sempre New York! Vasta, multietnica, caotica, bella, imprevedibile, romantica, solare e cupa. Da dove guardarla a 360 gradi? Da uno dei suoi famosi grattacieli. Se volete un consiglio, l’One World Trace Center può togliervi il fiato per la sua bellezza, sia tecnologica che visiva; preparatevi all’emozione unica che vi può donare con i suoi effetti video. Ma perché privarsi una visita a Times Square, a Central Park, a Liberty Island, al Moma o Wall Street? Scarpe comode, bottiglietta d’acqua e preparatevi a camminare, camminare e ancora camminare. Anche Chelsea Market merita un bel giro; è l’ex fabbrica dei famosi biscotti Oreo convertita a centro commerciale, qui troverete tanti piccoli negozietti tipici e ristorantini per ogni palato.

 

Parlare di St. Louis è facile, perché è una metropoli ma allo stesso tempo ha i profumi e i ritmi di una piccola cittadina, dove si odono i suoni del buon blues. Dolcemente adagiata sulle rive del Mississippi è guardata dal suo monumento più famoso il The Gateway Arch, la cui cima è visitabile dopo una salita su un piccolo ascensore. Il monumento più antico? Eads Bridge datato 1868. Il ponte è situato sul famoso fiume Mississippi dove si possono ancora vedere in azione le chiatte. Mentre mette malinconia la vecchia fabbrica di mattoni rossi della Budweiser, la famosa birra americana.

Romantica e politica è Washington con le sue avenue alberate attraversate da grandi SUV e limousine oscurate. Si respira aria di grandezza governativa tra i monumenti a Lincoln, a Jefferson, lo Smithsonian Institution e la Casabianca.

 

Suoni e profumi di retrò li possiamo trovare a Nashville, patria della musica country di cui non possiamo non ricordare il Grand Ole Opry House che ospita il più vecchio programma radiofonico dedicato proprio alla musica country americana. I suoi soci sono famosi cantanti di questo genere e spiccano i nomi di: Dolly Parton, Carrie Underwood, Randy Travis, Vince Gill, Reba McEntire. Chi visita Nashville viene rapito dai numerosi locali folkloristici dove si può ascoltare dell’ottima musica, pestando ritmicamente il piede a terra. Ricordiamoci che ci troviamo nella patria dei cowboy, così non ridete se vi trovate immersi tra dai numerosi Stetson e stivali di serpente, che circolano senza vergogna per la città. La bellezza della città non è nei suoi grattacieli, che sono relativamente pochi a differenza di altre metropoli, ma dalla sua semplicità. Si rimane imbambolati dai colori del tramonto, specie se lo si guarda dalle sponde del fiume Cumberland. Per un turista è insolito visitare il Partenone eretto in questa città, una bellissima replica di quello greco.

Il nostro piccolo tour immaginario è finito, era un assaggio di quello che un viaggio negli U.S potrebbe riservarvi. Magari nei prossimi articoli svisceriamo meglio città per città, inserendo anche indirizzi di dove alloggiare, di dove mangiare, fare shopping, di come destreggiarsi con la metropolitana e di cosa visitare.

Gustatevi questo video… un’emozione unica. 

 

See you soon!

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Matteo ha detto:

    Mi piace ” vastita’ orizzontali e verticali”.
    Mia nonna era del Maryland.
    Amo l’America.
    Amo i viaggi.
    La strada e’ il mio viaggio.
    Non c’e’ mai fine alla bellezza di un viaggio.

    Piace a 1 persona

  2. maryrotnan ha detto:

    Ti ringrazio Matteo. È un viaggio appena iniziato, spero che mi seguirai. Prossima tappa è … top secret. Ad agosto!

    Piace a 1 persona

    1. Matteo ha detto:

      Certo che ti seguiro’.
      A presto allora*

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.