Recensione de “L’incantatore” di Kathryn Fox

Titolo: L’incantatore

Autore: Kathryn Fox

Editore: Sonzogno Editore

Genere: Thriller

Data pubblicazione: 19 Aprile 2006

Voto: 4/5

Link Amazon


Sinossi

Anya Crichton, anatomopatologa freelance, svolge il proprio lavoro con particolare passione: l’ha scelto perché, tormentata dai sensi di colpa per un tragico episodio della sua infanzia (la sorellina sparì mentre era con lei, forse rapita da uno squilibrato), vuole almeno aiutare gli altri a risolvere casi analoghi. Perciò, quando viene chiamata per l’autopsia di un’adolescente libanese, rinvenuta senza vita e in abiti da prostituta in una toilette alcuni giorni dopo la sua scomparsa da casa, finisce per entrare in contrasto con la polizia che intende bollare l’accaduto come un banale suicidio.

Recensione

Il romanzo, scritto in terza persona, permette al lettore di appassionarsi subito all’indagine in cui viene coinvolta la dottoressa Anya Crichton che indaga alla ricerca di un killer di alcune giovani donne.

Fin dalla prime pagine il lettore entra subito in sintonia con Anya, la sua voglia di scoprire chi si cela dietro quello che sembra un serial killer di giovani ragazze, ciascuna con una storia difficile alle spalle. La scrittrice racconta nei dettagli ogni piccolo passo, successo e fallimento nell’indagine di Anya e porta il lettore ad essere quasi un “assistente” della dottoressa Crichton per poterla aiutare nel suo lavoro e magari trovare quell’indizio determinante all’indagine.

Nel romanzo viene anche descritta la vita privata di Anya : divorziata, con un figlio piccolo e alle prese con l’ex marito che ottiene l’affidamento del figlio, avendo molto più tempo da dedicargli non avendo un lavoro e questo, per il lettore, può sembrare strano perchè solitamente in un divorzio il figlio resta alla madre ed è il padre a dover pagare il mutuo mentre qui avviene il contrario.

Dal racconto emerge anche come, all’inizio, la protagonista non viene creduta quando afferma che gli omicidi sono frutto di un serial killer e deve quindi passare al vaglio ogni singolo indizio per poter dimostrare di aver ragione.

 

Consiglio questo libro perchè permette al lettore di immergersi totalmente nell’indagine e di essere al fianco della protagonista durante la ricerca della verità e di rimanere totalmente sorpreso quando questa viene rivelata.

 

Voto : 4/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.