L’amore prima di Facebook Vol. 1: Il viaggio nel passato | Gabriella Pappadà

Cartaceo -> 5,19€ | Ebook -> 0,93€

La protagonista Gabri è una donna di 45 anni, piacente e molto apprezzata per la sua affabilità. Modesta e intraprendente ha iniziato la sua vita autonoma sin dal primo anno universitario, anche se sostiene che lavora da quando ha dodici anni. Prima della classe sin dalle scuole elementari, man mano che il percorso di studi continuava si è trovata a competere, con modestia, con tanti altri primi della classe. Ha scelto un profilo di studi di economia politica, materia della quale si è innamorata a sedici anni. Il suo professore di Diritto ed economia era un affascinante quarantenne leccese, stile Robert Redford.
Laureata con lode avrebbe potuto diventare tante cose. Ma ha deciso di seguire la sua passione da quando era adolescente, ovvero viaggiare e si è inventata un lavoro che le ha permesso di conoscere tanti luoghi e persone che sono raccontati in questa trilogia.
Alla soglia dei 40 anni, un marito le confessa che è triste da anni, un figlio adottato di due anni e mezzo, una carriera messa un po’ da parte per curare gli affetti, una casa che le sta piccola in una città grande. Un bilancio pesante di vent’anni di grande amore, l’amarezza, la voglia di morire, la forza per cercare la felicità perduta.
Inizia un percorso di ricerca della felicità che dura sei anni.
Primo libro di una trilogia viaggiando nel tempo negli ultimi 25 anni che hanno segnato la sua storia in modo repentino mettendo in rete volti sconosciuti, riavvicinando persone che si sono allontanate nel tempo, superando le distanze spazio-temporali e imponendone delle altre.
Il viaggio inizia da un paesino rurale del basso Salento ed è ricco di emozioni e ricordi intensi.
Il presente, la paura del cambiamento, la forza di andare avanti, i sogni che non vogliono lasciare posto al risveglio.
Il passato, l’amore prima di Facebook, quando gli emoticon erano abbracci, quando i messaggi erano quelli sussurrati nell’orecchio prima di addormentarsi.
Il futuro incerto, da vivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.