Recensione "Nozze per i Bastardi di Pizzofalcone" di Maurizio De Giovanni

Una ragazza, nuda, in una grotta che affaccia su una spiaggia appartata della città; l’hanno uccisa con una coltellata al cuore. Un abito da sposa che galleggia sull’acqua. In un febbraio gelido che sembra ricacciare indietro nell’anima i sentimenti, impedendogli di uscire alla luce del sole, Lojacono e i Bastardi si trovano a indagare su un omicidio che non ha alcuna spiegazione evidente. O forse ne ha troppe. Ognuno con il proprio segreto, ognuno con il proprio sogno ben nascosto, i poliziotti di Pizzofalcone ce la metteranno tutta per risolvere il mistero: la ragazza della grotta lo esige. Perché non solo qualcuno le ha tolto il futuro, ma lo ha fatto un attimo prima di un giorno speciale. Quello che doveva essere il più bello della sua vita.

Titolo: Nozze per i Bastardi di Pizzofalcone
Autore: Maurizio De Giovanni
Editore:  Einaudi
Genere: Giallo
Data di pubblicazione: 3 Dicembre 2019
Voto: 5/5


Cartaceo 18,50 € | Ebook 10,99 € -> Link Amazon


L’Autore

Maurizio De Giovanni è nato a Napoli il 31 marzo 1958. E’ autore della serie dedicata al Commissario Ricciardi, ambientata nella Napoli del 1930 e di quella con protagonisti i “Bastardi di Pizzofalcone”, ambientata anch’essa a Napoli ma ai giorni nostri e dalla quale è stata tratta anche una fiction.

Recensione

E’ il tramonto di una giornata qualunque di febbraio. Un’anziana donna osserva il mare dalla finestra della casa dove ha sempre vissuto. Tanti pensieri affollano la sua mente, la solitudine, il compagno perduto, i figli che non ha mai avuto… All’improvviso, un movimento la distrae: cos’è che, bianco, galleggia nell’acqua che da azzurra si sta tramutando in nera per via della sera che avanza? Possibile che sia un vestito da sposa? Si, difatti lo è…repentinamente sposta lo sguardo verso la piccola spiaggia lambita dalle onde e lo vede: il corpo disteso e nudo di una giovane donna.
Cosa faceva in quel luogo Francesca Valletta il giorno prima di sposarsi? Perché ha portato con sé il vestito da sposa con il rischio di rovinarlo? E soprattutto, chi ha ucciso e perché questa ragazza bella e solare dalla vita limpida e cristallina? L’ennesima indagine per la squadra dei “Bastardi di Pizzofalcone”.

Il nuovo caso sul quale indaga la squadra del Commissariato Pizzofalcone ruota intorno a un abito da sposa. Ricco, sontuoso, bianco, eppure gettato in mare con disprezzo, dopo che la sua proprietaria è stata assassinata. Impossibile distogliere il pensiero dall’immagine surreale e terribile del vestito che galleggia allontanandosi piano piano dal corpo nudo della sposa di febbraio. Che mese insolito per sposarsi.
La squadra si mette al lavoro, muovendosi in armonia come un corpo unico, uomini e donne con il proprio, complesso, bagaglio di vita ma ognuno con le sue preziose peculiarità utili, di volta in volta, alla risoluzione dei casi.
Da subito, però, si intuisce che questa sarà una indagine diversa. Le nozze e l’abito bianco, “cose di donne” anche di questi tempi, anche per quelle che a sposarsi non ci pensano proprio. Il proverbiale intuito di Lojacono stavolta cederà il passo a sguardi che appartengono al mondo femminile, che si riappropriano, volenti o nolenti, della memoria atavica tramandata di madre in figlia.
La meraviglia di una città magica e misteriosa, un fantasma che scompiglia la vita di coloro che cercano la verità infilandosi profondamente nelle loro anime e mettendo a nudo i loro più reconditi desideri. Forse il romanzo più intimo della serie dei “Bastardi”.
Bellissimo.

Voto 5/5

Link Amazon ->

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.