Recensione “Inferno a Milano. La nota nella nota” di Giovanni Nebuloni

Cosa sta accadendo a Milano? I due figli del più grande possidente italiano stabiliscono il parricidio e pochi minuti dopo vengono invece assassinati, assieme al padre e a cinque guardie del corpo. I sicari del commando appartengono a una confraternita russa e dileguandosi dal luogo dell’eccidio il palazzo d’epoca a cui hanno appiccato un devastante incendio per distruggere le tracce del loro intervento -, s’imbattono in una volante della polizia, sopraggiunta per constatare gli effetti del rogo. Ne colpiscono a morte l’agente alla guida e per circostanze a lei favorevoli, risparmiano la vita a Livia, la collega sul sedile a fianco. Un ispettore non ancora trentenne che sta svolgendo indagini inerenti a misteriose e molto consistenti compravendite immobiliari e di società, in Lombardia e a Milano in particolare. Seguono immediatamente la strana funzione d’uno smartphone che senza intervento alcuno da parte dell’utente – chiama se stesso (vedi il sottotitolo “La nota nella nota”), l’omicidio d’un monsignore cattolico nella chiesa ortodossa di San Vito in Pasquirolo, l’arrivo a Milano del ministro per l’economia della Federazione Russa…

Titolo: Inferno a Milano. La nota nella nota
Autore: Giovanni Nebuloni
Editore:  13Lab
Genere: Giallo
Data di pubblicazione: 4 Maggio 2016
Voto: 4/5
Link Amazon ->

Recensione

Una storia che parte di soppiatto per poi esplodere in mille pezzetti, creando una folle sinestesia che ci lascerà spiazzati.

Spiazzati ma felici.

Personaggi magnificamente caratterizzati per una storia che, diciamolo pure, parte col botto, invogliandoci a proseguire per vedere dove si andrà  finire.

E, si sa, la curiosità è magnetica…

Un viaggio attraverso la società ma soprattutto attraverso il cuore delle persone.

Cuori colmi di sentimenti contrastanti, cuori rattrappiti, atrofizzati da una società che fa dell’illusione la propria arma migliore.

L’arma definitiva.

E, si sa, quando si è alle strette, la mente può giocare brutti scherzi.

Brutti scherzi per chi si troverà ad affrontare la bestia ferita e belli per chi, magari, riuscirà a sbrogliare una matassa che sembrava impossibile da dipanare…

Giovanni Nebuloni scrive un libro intenso, talmente intenso da non riuscire a scorgerne la fine.

Poi, però, quest’ultima giunge a tradimento, lasciandoci con l’amaro in bocca.

Non per ciò che dirà, anzi…

Il fatto è che percepiremo la sensazione d’aver perduto un amico.

Un amico e le sue storie che ci hanno tenuto compagnia per ore e che ora sono lì, immobili, sullo scaffale.

In compenso potremo riviverle ogni volta che vorremo…

Giudizio: 4 su 5


Link Amazon ->

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.