Recensione “Il Ragazzo Bendato” Saga del Protettorato Vol. 1 di Abel Montero

Titolo: Il Ragazzo Bendato

Saga: Saga del Protettorato Vol. 1

Autore: Abel Montero

Editore: Indipendente

Genere: Fantasy distopico

Data pubblicazione: 19 agosto 2018

Voto: 4/5

Cartaceo -> 16,64€ | Ebook -> 2,99€

Sinossi

“Laura è una giovane Ufficiale delle Forze. Dopo la Nuova Notte dei Fuochi tutto è cambiato. L’Europa è caduta. Adesso a dettare legge è un immenso conglomerato delle più potenti corporazioni del pianeta. Hanno portato ordine, pace e protezione. Decidono loro cosa è giusto, sbagliato, chi vive e chi muore. Si fanno chiamare “Il Protettorato”.


Laura è sveglia, efficiente, affidabile e crede ciecamente nel valore del servizio che svolge ma, sulle tracce di un serial killer che sta lasciando dietro di sé una scia di morti assurde, fa una scoperta incredibile. Dal primo momento in cui i loro occhi si incrociano lei capisce. Lui è unico, e ha le risposte alle sue domande. Quando lo incontra, si scatena un potere inimmaginabile.

Recensione

Con questo romanzo, l’autrice Abel Montero ci catapulta in un mondo distopico. Dopo la Nuova Notte dei Fuochi, le nazioni come le conosciamo non esistono più. Al loro posto, troviamo una nuova egemonia politica, precisamente un conglomerato composto dalle corporazioni più potenti del pianeta, nelle cui mani sta tutto il potere. Si fanno chiamare “Il Protettorato”. In questo panorama si sviluppa la storia di Laura, una giovane Ufficiale delle Forze del Protettorato, e dei suoi colleghi, da tempo sulle tracce di uno spietato serial killer, “Il Disegnatore”, così soprannominato in quanto solito lasciare strani simboli sulle sue vittime. Tutto sembra condurre al giovane Alessandro Guerra, ma proprio nel momento della cattura, il vero Disegnatore rapisce il ragazzo, scatenando una vera e propria caccia all’uomo. Anche Alessandro, come Laura, si ritroverà invischiato in qualcosa molto più grande di lui, che scopriremo solo andando avanti con la lettura.

Insomma, un romanzo avvincente e con un’idea di base per la trama molto particolare, in quanto l’autrice riesce a coniugare con molta semplicità temi diversi: leggendo infatti, troveremo una storia d’amore che fa da sfondo alla vicenda, l’amicizia tra Laura e i suoi compagni di squadra, colpi di scena, lotte furibonde, il tutto condito da una minuziosa attenzione per i dettagli. Ma nonostante tutto ciò, nonostante le descrizioni accurate dei luoghi, delle battaglie e dei personaggi, non ho mai sentito decollare il romanzo. Probabilmente dovuto al fatto che sia solo il primo libro di una saga, ci lascia qualche dubbio, ma sono sicura che leggendo gli altri volumi l’autrice soddisferà in pieno le aspettative dei lettori, rendendo la “Saga del Protettorato” un fantasy distopico molto apprezzato anche da chi, come me, non conosce molto questo genere. Un 4/5 sulla fiducia, con la speranza che il mio punteggio si possa ancora alzare leggendo gli altri volumi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.