Recensione “Il vero sogno” Il vero gentiluomo Vol. 3 di Grace Burrowes

513CJl0XDeL

Titolo: Il vero sogno

Serie: Il vero gentiluomo Vol. 3

Autore: Grace Burrowes

Editore: Leggereditore

Genere: Regency

Data pubblicazione: 12 Settembre 2018

Voto: 3/5

Cartaceo -> 15€ |Ebook -> 4,99€


Sinossi

La vita di Will Dorning, erede del conte di Casriel e fratello maggiore di quattro ragazzi a dir poco turbolenti, è un susseguirsi di doveri e responsabilità che lascia¬no ben poco spazio ai piaceri. Solitario e tenebroso, i suoi unici veri compagni sono i suoi amati cani. Lady Susannah Haddonfield, invece, prova ribrezzo per qualunque specie animale, ma per non offendere il corteggiatore di sua sorella, deve imparare a dissimulare il proprio fastidio. Si rivolge quindi a Will, suo amico durante l’adolescenza, affinché le insegni come andare d’accordo con i cani. Ma la vicinanza con Will porterà Lady Susannah a scoprire non solo la passione per questi animali, ma anche per quell’uomo difficile e solitario, a cui in realtà lei non è mai stata indifferente…

Recensione

Una storia d’altri tempi, un amore d’altri tempi.

Immaginiamo di essere un giovane donna di quasi trent’anni, single, e di trovarci nel 1800. Un disastro per la società dell’epoca. Delle zitelle incallite, costrette, anche se con piacere, a far da chaperon alla nostra sorella più piccola.

Ma se l’essere single, non è stata una nostra scelta, ma bensì un complotto sociale,che nasconde dei sotterfugi?? come avremmo reagito??

Una storia molto carina e semplice, ho trovato solo una difficoltà, l’inserimento di troppi nomi. Troppi troppi personaggi, nomi complicati, comparse, che hanno reso un po’ complicata, e noiosa la lettura. Ma superato questo ostacolo, la storia di per sé è molto bella.

Si capisce che la scrittrice si è molto documentata sul quel periodo, e l’ho apprezzato moltissimo.

Un altro lato che ho AMATO, è la tutela e difesa degli animali. Ricordiamoci sempre che ci troviamo in un periodo, dove era Legale poter picchiare una donna, ucciderla se infedele, vendere il proprio figlio (frase tratta dal libro), quindi il salvaguardare un animale, soprattutto in un periodo di carestia, era una cosa alquanto inusuale per i tempi. Quindi BRAVISSIMA!!

Per voto darei un 3. Ma solo per l’intoppo dei nomi, senno’ avrebbe meritato un bel 5, anche perché ha bell’intreccio dietro, e non risulta banale.

Grazie alla scrittrice colgo l’occasione anche io di esprimere un mio pensiero.

Siamo nel 2019 e abbandonare o maltrattare un essere indifeso è da codardi e villani e per me va seriamente punito.

Come è codardo chi picchia una donna, un bambino o un anziano. Basta con la violenza gratuita e menti retrogati. Ricordiamoci che il 1800 è passato da più di un secolo, abbiamo sconfitto anche la Dittatura. Quindi noi donne abbiamo il DIRITTO di essere libere, il DIRITTO di poter lavorare e molto altro.

W la LIBERTA e W gli animali. Un saluto un po’ particolare da Letizia ciaooo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.