Recensione “La Principessa degli Elfi” di Licia Oliviero

51ilyzc3axl

Libro: “La Principessa degli Elfi”

Autore: Licia Oliviero

Editore: StreetLib

Genere: Fantasy

Data pubblicazione: 23 marzo 2015

Voto: 3/5

Link Amazon


SINOSSI

Layra ha vissuto i primi dieci anni della sua vita completamente all’oscuro delle sue origini e del suo retaggio, consapevole solo di essere diversa da tutti gli altri, per il diadema azzurro che le cinge la fronte come un tatuaggio.
Quel simbolo la contraddistingue come Principessa degli Elfi della Luce e il suo destino è riscattare il suo popolo dalla tirannia degli Elfi Oscuri, che hanno usurpato il suo trono. Una volta scoperta la verità, tuttavia, è rapita dai demoni e, nonostante lei tenti più volte la fuga, solo quattro anni dopo ritrova la libertà.
La prigionia l’ha marchiata e la sua fiducia nel prossimo è quasi scomparsa, eppure riuscirà a trovare l’amore e l’amicizia, che le resteranno accanto, sebbene il suo destino sia incerto, costellato di tradimenti, fughe e nemici potenti.
Un racconto magico capace di evocare le forze del Bene e del Male sovrane del destino di ognuno di noi.

 

RECENSIONE

Layra Elays è una bambina speciale: i suoi unici amici sono i folletti, la sua frangetta nasconde un segno che la rende speciale. Ma questo non basta a renderla felice, la sua vita in orfanotrofio è triste, nessuno sembra volerle bene. Un giorno addirittura, la visita di un tizio che vuole farle del male la costringe a fuggire via. Ci troviamo così catapultati nel magico mondo degli Elfi, dove finalmente Layra troverà se stessa e capirà il perché di molte cose che le sono successe. Dovrà vedersela con molti nemici, ma finalmente scoprirà le proprie origini, troverà nuovi amici e forse, anche l’amore.

Le premesse iniziali del libro sono ottime, i primi capitoli molto coinvolgenti. Chiunque abbia affrontato un’infanzia/adolescenza difficile, poi, non potrà non ammirare l’audacia della piccola Layra nell’affrontare le difficoltà che la vita le pone davanti. La storia raccontata è abbastanza semplice, scorrevole, sebbene per certi versi sembrerebbe ricordare quella di molti altri libri fantasy (specialmente la parte iniziale). La seconda parte, che vede Layra diventare una piccola donna coraggiosa, assume una  piega inaspettata in alcune parti del testo, che però spesso procede ad un ritmo così lento da diventare insostenibile: per interi capitoli vengono sottolineate solo le torture fisiche e psicologiche a cui devono sottostare i protagonisti e le loro invocazioni di pietà; sembrerebbe solo un escamotage per allungare un po’ il testo.

Giudizio personale: Personalmente sono ancora indecisa se continuare a leggere il resto della trilogia o farne a meno, in fondo sono curiosa di sapere come finisce la storia di Layra; al tempo stesso, temo che finirò per abbandonare il libro in quanto alcuni passaggi sono davvero molto lenti. Consiglio comunque la lettura del libro a chi si approccia per la prima volta al genere (la trama è molto semplice, ma comunque appassionante) o a lettori adolescenti che sono sicura adoreranno l’intera saga.

Giudizio finale: 3 su 5.

 

Enza M.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.