Recensione “Plenilunium” di Angelo Basile

41h52oe-i7l

Titolo: Plenilunium

Autore: Angelo Basile

Editore: Oakmond Publishing

Genere: Fantasy/Horror

Data pubblicazione: 30 aprile 2018

Voto: 4/5

Leggi l’estratto


Sinossi

Novembre 2016. Notte della super luna piena.
Il sangue di un uomo misterioso fortemente protetto dal Vaticano, macchia il sagrato della chiesa vecchia. Qualcosa di molto antico si è svegliato; è affamato, ha artigli affilati e zanne e sconvolgerà le vite tranquille degli abitanti del quartiere di Baggio a Milano.
A questa prima sconcertante aggressione, seguiranno una serie di omicidi, tutti commessi in notti di plenilunio, che squarceranno il velo di apparente normalità che avvolge la zona. Gli omicidi, impossibile negarlo, hanno un che di soprannaturale così come anche la miracolosa guarigione della prima vittima che, di certo, non è chi dice di essere. Quale indicibile segreto nasconde? E perché la Santa Sede ne vuole occultare a tutti i costi l’identità?

Recensione

L’autore vive e lavora come infermiere a Milano. La sua prima opera “La cattiveria dei granchi”, pubblicata nel 2016, ha vinto il premio “Le Fenici”.

Novembre 2016. Un piccolo paese dell’entroterra milanese, Baggio, è sconvolto da terribili delitti, estremamente feroci, i quali avvengono nelle notti di luna piena e che, nelle modalità, sembrano essere opera di un essere soprannaturale. La paura serpeggia tra gli abitanti, un indefinibile disagio afferra il cuore e le menti degli abitanti. Ester, una infermiera dell’ospedale locale, accoglie e cura la prima vittima dell’assassino, che ha ferite tali da non poter sopravvivere, ma che, sorprendentemente, si riprende: il suo nome è Eleazar. Benché vittima, si rivelerà colui che ha in suo potere la soluzione della mostruosa vicenda.

Definirei questo romanzo un horror fantasy, con uno sguardo gotico. La trama è fluida e la suspence che lo attraversa dalla prima all’ultima pagina fa si che si legge d’un fiato, fino al colpo di scena finale.
E’ molto interessante la descrizione della vita quotidiana del paese e degli abitanti, persone apparentemente comuni, che in alcuni casi nascondono, però, segreti inconfessabili. Ognuno è alle prese con la propria vicenda umana, in un ambiente provinciale che, contrariamente a una grande città, suggerisce ritmi tranquilli e sereni. Eppure è proprio lì che il male si annida, a dimostrazione, se mai ce ne fosse bisogno, che non esistono terre pure, ma che dipende tutto dalla mente e dal cuore di noi, esseri umani.
Consigliatissimo.

4/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.