L’amore ai tempi della neve di Simon Montefiore #Recensione

2135113_L amore ai tempi della neve_cop@01.indd

Se i vostri figli fossero costretti a testimoniare contro di voi, quali terribili segreti potrebbero rivelare?
Basato su una storia vera, un romanzo epico e commovente di intrighi, passioni, tradimenti e lealtà, ambientato nel cuore nero della Russia degli anni Quaranta

Mosca 1945: mentre Stalin si appresta a festeggiare la vittoria sui nazisti insieme ai suoi più stretti collaboratori, poco distante risuonano due spari. Un ragazzo e una ragazza vengono trovati morti su un ponte. Ma i giovani non sono persone qualsiasi, bensì appartengono a due delle famiglie più influenti e più vicine a Stalin e frequentano entrambi il collegio più esclusivo, dove studia tutta la nuova élite politica e intellettuale dell’Unione Sovietica. Si tratta di un omicidio? Di un doppio suicidio? Di una cospirazione contro lo Stato? Le indagini si svolgono sotto il diretto controllo di Stalin, che fa interrogare i compagni di scuola costringendoli a testimoniare contro i loro amici, i loro fratelli e i loro stessi genitori, in una terribile caccia alle streghe che porta alla luce amori illeciti e segreti famigliari e in cui il più piccolo sbaglio può significare una condanna a morte… Emozionante, avvincente, storicamente dettagliato, L’amore ai tempi della neve trasporta il lettore in un mondo e in un’epoca di grandi passioni, amori e tradimenti.

220px-sebag-montefiore-img_3635

Simon Sebag Montefiore è uno scrittore, giornalista, biografo e storico britannico specializzato in storia della Russia e autore di biografie di prominenti personaggi russi e sovietici.

Formato KindleCopertina RigidaCopertina Flessibile su Amazon

Conosciamo Montefiore per aver scritto il Romanzo Sasenka (trovate la recensione qui), capolavoro ambientato nell’epoca Staliana, ricco di particolari storici e alle volte saturo di informazioni aggiuntive. In questo “L’amore ai tempi della neve” non è da meno,  si capisce che l’autore è un saggista e specialista di quest’epoca russa, ma forse dimentica che se decide di scrivere un Romanzo e non un Saggio, potrebbe eliminare le troppe informazioni che rendono il libro molto spesso troppo lento e noioso. Perché questo è stata la lettura che mi sono trovata davanti; se in Sasenka questo aspetto si palesa più che altro nella seconda delle tre parti in cui è diviso il libro, in questo caso invece, pur essendo la storia molto bella e interessante, troppo spazio è stato dato al superfluo.

Trovo invece molto originale la storia di per se: quando mai avremmo pensato che potessero essere imprigionati e messi sotto torchio dei ragazzini che stavano solamente giocando? Addirittura usarli e per avere informazioni sui genitori.

Molto intelligente poi la presenza di personaggi che avevamo già incontrato in Sasenka e la parentela di alcune di loro con Sasenka stessa.

Libro consigliato, perché nonostante sia saturo di informazioni storiche e particolari è un ottimo Romanzo, inoltre la scrittura di Montefiore è sempre impeccabile e di livello.

Citazioni

Diceva che il duello era la linea di confine tra una vita banale e una straordinaria vita d’amore.

Se vi dovessero chiedere qualcosa su ciò che è successo raccontate quello che sapete. Ma attenti: niente di più. Niente pettegolezzi e non parlate di politica. I segreti sono come un campo minato: non si sa che c’è una mina finché non ci si mette un piede sopra. Una parola di troppo può distruggere una famiglia.

Io ti amo e amo sentirmi amato da te: è una gioia del tutto inaspettata, questo gioiello segreto nella mia vita.

La strada della vita è piena di svolte improvvise e talvolta il seme cade sulle pietre. Bisogna prenderne atto e rassegnarsi.

L’amore [..] ti basta soltanto se si trova nel mondo in cui vivi.

Le cicatrici ti rimarranno per sempre. Nessun chirurgo ti potrà mai togliere i frammenti del proiettile. Rimarranno nel tuo cuore per tutta la vita, magari li dimenticherai, finché un sobbalzo, un ricordo, li muoverà appena e allora ti daranno una fitta di dolore acutissimo, che forse ti farà piangere. Ma non morirai questo te lo garantisco.

La cosa importante non è chi ami, ma chi ama te.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...