L’isola dei fiori rossi | Alan Brennert

  • Lunghezza stampa: 481
  • Editore: Newton Compton Editori (5 marzo 2020)

Cartaceo -> 9,90 € | Ebook -> 4,99€

1890. La piccola Rachel Kalama vive a Honolulu e fa parte di una grande famiglia hawaiana. Desidera vedere le terre lontane che suo padre, un marinaio mercantile, spesso visita. Ma all’età di sette anni i sogni di Rachel si infrangono: la comparsa di alcune macchie rosate sulla sua pelle indica che ha contratto la lebbra. Portata via da casa e dalla sua famiglia, viene mandata in quarantena sull’isola di Moloka‘i, dove si trova il lebbrosario e dove la sua vita sarebbe destinata a finire. E invece, sebbene costellata di ostacoli e prove difficili da superare, la comunità che si è creata è ricca di personaggi straordinari: c’è tanta vita anche tra i più disperati ed è un miracolo scoprire che la speranza e l’amore fioriscono nei luoghi più desolati. Un romanzo meraviglioso ispirato alla vera storia dell’isola di Moloka‘i, alle Hawaii, dove per cento anni è stato deportato chiunque avesse manifestato i primi segni della lebbra. Ricco di personaggi pronti a saltare fuori dalla pagina, L’isola dei fiori rossi è la meravigliosa e straziante avventura di tutti coloro che hanno deciso di abbracciare la vita pur essendo stati condannati. Un racconto che, con il calore, l’umorismo e la compassione che porta con sé, ha già incantato e commosso oltre mezzo milione di lettori.
Un romanzo fenomeno internazionale
Oltre mezzo milione di copie vendute
Ispirato alla storia vera dell’isola hawaiana di Moloka‘i

«Alan Brennert è uno scrittore eccezionale.»
George R.R. Martin
«Incredibile.»
The Washington Post
«Una storia che lascia il segno.»
Los Angeles Times

Alan Brennert

È autore di romanzi storici di successo (uno dei quali è stato scelto dal «Washington Post» come uno dei migliori libri 2009). L’isola dei fiori rossi ha vinto il Bookies Award nel 2006 e ha venduto più di 600.000 copie. Brennert ha vinto un Emmy Award per la sceneggiatura della serie televisiva L.A. Law e con il racconto Ma Qui ha ricevuto il Premio Nebula. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.