Song Quest di Katherine Roberts #Recensione

Sull’isola degli Echi tutti i bambini sono allevati per diventare Cantori, ma solo pochi ci riusciranno. Tra di loro c’è la promettente Rialle dai lunghi capelli tinti di blu, che viene prescelta per una missione pericolosa: andare sul Continente per chiedere al sovrano, il Karchlord, di porre fine alla strage di metà-e-metà che abitano le profondità del mare…

1733462

Veniamo introdotti al mondo di Rialle, dal sunto del libro che troviamo nel retro della copertina. Poco lascia ad immaginare a ciò che accadrà realmente nel libro. Per capirlo fino in fondo, dobbiamo però prima essere “educati”, e la Roberts lo sa bene! Ecco come ci introduce a questo mondo fantastico….

Immaginate di imparare ad ascoltare una voce all’altro capo del mondo senza usare il telefono. Immaginate di imparare a guarire senza medicine, o di scoprire lo spaventoso potere di uccidere senza armi. Tutto questo e altro ancora è possibile nel mondo in cui state per entrare. […]

Tutto questo come è possibile? Bhè tramite i Canti ovviamente

INNO DELL’ECHORIUM

Per il dolce e roseo sonno che cura. Per le auree e gioconde risate. Per le azzurre lacrime versate. Per la rossa e sanguinante paura. Per la morte, misteriosa e oscura. Per ciascuno dei cinque Un Canto c’è.

Challa, Kashe, Shi, Aushan, Yehn

Tutto questo è poi ampliato dal Glossario della Costa d’Argento in cui vengono spiegati tutti i termini atipici che troviamo nel racconto. Eccone un esempio:

Challa: Canto del sogno. E’ la più comune forma di guarigione. Induce il sonno nel soggetto e lo aiuta a dimenticare i problemi.

Kashe: Canto del riso. Risveglia il soggetto; cura la depressione.

Shi: Canto del dolore. Costringe il soggetto ad affrontare il suo dolore e lo guarisce attraverso il pianto.

Aushan: Canto della paura. Ridesta le paure più nascoste. Fa urlare il soggetto.

Yehn: Canto della morte. Chiude le porte della mente. In casi estremi, conduce a una forma di morte vivente.

5 canti che nelle mani sbagliate potrebbe ridurre in ginocchio un intero popolo. Rialle riuscirà nel suo intento e da chi sarà aiutata? Proprio da colui che credeva essere diventato un nemico, un giovane “quasi” cantore, che per la bramosia di essere il migliore, o semplicemente di spiccare, finisce per mettere la propria vita e quella di tutti in pericolo.

Libro ideato in realtà per ragazzi (a partire dai 10 anni), ma che consiglio vivamente a tutti gli amanti del sano Fantasy.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...