“I duellanti” (1977) di #RidleyScott

Ridley Scott, lo stesso regista che soltanto due anni dopo farà uscire il famigerato film di fantascienza “Alien”, mette in scena quest’opera dalla narrazione trascinante e dalla potenza visiva incredibile, basandola sul romanzo “Il duello” di Joseph Conrad. Siamo nel 1801 a Strasburgo, inizio dell’era napoleonica. Il tenente D’Hubert (Keith Carradine) viene incaricato di raggiungere…

“Arsenico e vecchi merletti” (1944) di Frank Capra

Risate e terrore. “Arsenico e vecchi merletti” è un capolavoro. Ispirato ad una commedia teatrale che spopolò intorno agli anni 40, venne riadattato per il cinema in maniera magistrale. Anzitutto è importante dire che sia la sceneggiatura sia la messa in scena sono entrambe molto complesse… non vi preoccupate, complesse da fare, non complesse per…

Recensione “Siero Nero” di Matteo Kabra Lorenzi

Kabra è il cantante e frontman dei “Sesto Elemento”, rock band che da qualche anno ormai è protagonista assoluta della scena musicale nazionale. Nell’intrecciarsi delle vicende personali – che lo hanno visto sin da quando era bambino trovare nella musica un abbraccio consolatorio e una spinta motivazionale – con quelle della lunga, travagliata e ricca…

“Lost in translation” (2003) di Sofia Coppola

Scarlett Johansson e Bill Murray. Come affezionarsi a due protagonisti così diversi. Da un lato, una ragazza appena diciottenne che con la sua presenza scenica già buca lo schermo. Dall’altra, un volto noto del cinema con alle spalle le sue molteplici esperienze, ad interpretare questo personaggio abbattuto e malinconico. Murray è infatti Bob, un attore…

“Luci della città” di Charlie Chaplin (1931)

Normalmente si sente dire che i film sentimentali o i film romantici non piacciono. Le motivazioni del perché viene detto sono le seguenti. O il film è talmente mieloso da risultare fastidioso per un eccesso di sentimentalismo, o quel sentimentalismo non ci entra dentro e noi spettatori rimaniamo in qualche modo distaccati l’animo dei personaggi….

“L’inquilino del terzo piano” di Roman Polansky (1976)

Il film vive indubbiamente della sua sceneggiatura e della messa in scena. La sua incredibile forza narrativa riesce a spingerti nei dubbi e nelle preoccupazioni del protagonista, Polansky, che recita il solito personaggio scritto su se stesso del quale non sapremo mai il nome se non “sig. Trelkowski”. La prima sequenza, lo mostra in procinto…

“Stalker” di Andrej Tarkovskij (1979)

Questo è forse il film che più mi ha fatto pensare. Che cos’è la felicità? La si può raggiungere? Esiste e può durare più di qualche secondo?… C’è una forte malinconia che aleggia un po’ su tutti i miei coetanei, me compreso. Una malinconia che di solito comincia ad avvolgerti sui vent’anni e non saprei…

“Lo Scopone Scientifico” di Luigi Comencini

Crescendo, poche ma veramente poche volte, si realizza che certi pensieri o comportamenti avuti da bambino in qualche modo sono più giusti, se non altro più innocenti, di quelli che magari si hanno una volta divenuti adulti. E ancora più spesso, ci si rende conto che forse eravamo molto più saggi prima, anche se meno…

“Freaks” di Tod Browing. (1932)

Di film strani il mondo ne è pieno. Perciò, se è la stranezza che ricercate e già avete, o credete di avere il raro gusto anticonvenzionale di sapervi affascinare davanti a ciò che oggi molti descriverebbero come “cringe”, Freaks è il film che assolutamente dovete vedere. Per chi non lo sapesse i “Freaks”, non sono…

“Aguirre, furore di Dio” di Werner Herzog #Film

Nonostante la fama minore, Aguirre furore di Dio è da mettere tra i più belli film dell’intera cinematografia mondiale. Anzitutto perché Herzog è sempre stato un regista di cui si sente parlare solo tra i più cinefili dato che inspiegabilmente il suo nome è andato un po a scomparire, se non altro nelle nuove generazioni…