Recensione “A due passi dall’Amore” di Giovanna M.

Andrea è un adolescente sensibile, introverso, sognatore. Ad aprire il suo mondo ci riesce Valeria, l’amore che da sempre cercava. La storia tra i due lo porta a conoscere il suo lato passionale, a sciogliere la sua anima dura e solitaria e a fonderla con sentimenti delicati. L’amore travolgente presto si rivela essere un’arma a doppio taglio. Il lato avverso del suo io, che da sempre è stato egoista, razionale e cinico, prevale quando lei lo pone davanti a una scelta… Non è solo una storia d’amore è una storia che parla di amicizia, famiglia e affetti più cari e delle tante scelte che si affrontano nella vita.

Titolo: A due passi dall’amore

Autore : Giovanna M.

Editore : Pav Edizioni

Genere : Romance

Data di Pubblicazione:20 Giugno 2019

Voto:4/5

Cartaceo -> 16,90€


Recensione:

Il protagonista di questo racconto è un adolescente timido, sensibile e sognatore. Non ha ancora conosciuto l’amore, sogna di viaggiare, ha voglia di cambiamenti, di conoscere un mondo nuovo, gente nuova. Il nonno a cui lui è legato fin da quando era un bambino amava ripetergli sempre:

“La vita va affrontata ragazzo mio cogline i lati positivi e sfrutta quelli negativi, tutto quello che succede in male o in bene ha sempre un motivo”.

Riesce a superare la sua adolescenza, tra alti e bassi, grazie al suo amico Nico, un musicista, dalla vita sregolata, completamente diverso da Andrea. La vita di Andrea cambia appena incontra Valeria:

“chiarissima, vellutata bianco latte come una bambola di porcellana, dei timidi raggi di sole si fecero spazio tra le nubi illuminando ciò che di più bello avessi mai visto prima”.

Con Valeria inizia una nuova fase della vita di Andrea. I due si innamorano perdutamente, fino ad arrivare ad essere una cosa sola. Il loro era un amore forte che Andrea non aveva mai conosciuto, non pensava che una passione cosi travolgente avesse mai potuto catturarlo.

“In poche ore la parola amore assunse nuovi significati, provai il significato di tormento, desiderio , amara dolcezza ……..difficoltà a razionalizzare.”

Purtroppo la loro storia finisce quando Valeria lo mette di fronte ad una scelta, Andrea decide di partire e va a studiare a Roma, dove inizia per lui un periodo di sacrifici e in cui riesce a realizzarsi fino ad arrivare a lavorare in America.

Il romanzo mi è piaciuto molto, è interessante vedere, man mano che la lettura va avanti i cambiamenti del giovane Andrea. Da ragazzo timido ed introverso, vediamo Andrea diventare un uomo. Mi piace Andrea e soprattutto la sua crescita interiore che lo porta a vivere poi quella vita tanto sognata. E’ diventato un uomo che invece di restare accanto ai suoi, come il padre gli aveva più volte chiesto, fa la scelta di realizzarsi da solo. Ma soprattutto fa la scelta di non annientarsi e non sceglie Valeria , ma se stesso, i suoi sogni, prende decisioni di cui non si pente mai. Dai numeri a cui aveva dedicato tutta la sua vita, passa ad un’altra realtà : l’editoria. Anche in questo caso Andrea lascia una certezza, per una cosa nuova e come gli ripeteva spesso il nonno riesce a cogliere tutti i lati della vita, negativi e positivi trasformando la sua di vita in un’esperienza unica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.