Recensione “Oltre la Neve” di Valeria Quintili

51smjl09utl

Titolo: Oltre la neve

Autore: Valeria Quintili

Editore: Delos Digital

Genere: Fantasy

Data pubblicazione: 24 Aprile 2018

Voto: 3,75/5

Ebook-> 2,07€


Sinossi

Sir Rowland deve rispondere alla chiamata del suo re in un giorno triste e freddo per la città di Redvale. Essa rischia, infatti, di essere sepolta sotto un inverno perenne, che non sembra avere fine. La sua meta è una radura poco distante dalla città e immune al gelo. Tutti si chiedono quali segreti celi…

La neve incombe, pesa come un macigno sulle ossa del povero cavaliere.
Sir Rowland avanza in quella gelida coltre, portando con sé solo il desiderio di riaccendere la speranza nei cuori dei cittadini di Redvale.
Dopo che i suoi compagni, giovani e vecchi, alle prime armi o esperti, hanno fallito, egli si incammina su quelle stesse orme, fino alle porte della città. Re Godfrey ha riposto in lui le sue più disperate aspettative; Rowland non può deluderlo.
Procede, stremato dal vento, e ripensa a quando un tempo tutto era fiorente e rigoglioso, a sua moglie e suo figlio Bryce.
E la radura, il luogo che il re gli ha incaricato di  raggiungere, sembra essere la creazione di qualche divinità, il frutto di un’ingannevole magia.
Per ogni passo che il cavaliere compie in avanti, essa sembra sempre più lontana.
Rowland cade, serra le palpebre e il buio è intorno a lui.
Ma al suo risveglio, qualcosa è cambiato.

Recensione

Questo piccolo ma suggestivo racconto è un minuto concentrato di tristezza che gela il cuore, mentre coerentemente ci troviamo a sorvolare con lo sguardo le lande innevate di Redvale. Questo regno patisce da tempo la morsa del clima, rigido e indifferente al freddo del popolo e alle sofferenze che i sudditi di re Godfrey devono fronteggiare per sopravvivere. Il sovrano farebbe di tutto per alleviare le pene della sua gente e convoca così, pieno di speranza, i quattro cavalieri più fidati e impavidi. Saranno mandati in spedizione, uno alla volta, finché non scopriranno il mistero dietro al quale si cela quella neve perenne, che insterilisce il suolo e gli animi. Fra gli uomini c’è anche Rowland, guerriero valoroso e senza paura, ben intenzionato a salvare il villaggio e a tornare a casa dalla moglie Milla, ma non tutto va come sperato e gli ostacoli nascosti nella tormenta sono infidi e ammalianti…

La breve storia di stampo medieval fantasy è scritta in un italiano impeccabile, sfumato di una patina che dona al linguaggio un sentore di antico senza renderlo pesante. Sir Rowland e gli altri personaggi, credo proprio per la lunghezza del racconto, sono appena accennati, ma non per questo trovarsi coinvolti nelle vicende che affliggono il regno risulta complicato. Forse perché proprio Redvale, schiacciato dall’interno perenne, è il vero protagonista. I poveri compaesani sono ormai ridotti allo stremo e lo stesso re, a malincuore, si vede costretto ad un ultimo atto disperato per porre un freno alla situazione. Subito si empatizza con i cittadini, sentendo sulla propria pelle il loro stato d’animo sconsolato e allo stremo. Questa novella, dal finale che non voglio in alcun modo anticipare, merita attenzione senza alcun dubbio. Spesso in molti storcono il naso davanti ad uno scritto non chilometrico, sinceramente mi domando per quale arcano motivo; di frequente ci si dimentica però che sono proprio le piccole cose, come questo racconto, a donare più emozioni!

Voto: 3.75/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.